Galaxy S9, Samsung ha imparato dai propri errori?

Con Galaxy S9 Samsung sembra aver finalmente capito dove posizionare il sensore per le impronte digitali: dopo gli ultimi tentativi andati a male, il prossimo smartphone top potrebbe offrire uno sblocco più comodo.

[banner]…[/banner]

Di Galaxy S8, critica e pubblico ne hanno parlato molto bene, tranne che per un particolare: il sensore per lo sblocco con le impronte digitali posti in una posizione improponibile. Sembra che Galaxy S9, finalmente, correrà ai ripari, spostando il touch ID in posizione più comoda.

Attualmente, non si comprende bene il perché Samsung abbia scelto su S8 e Note 8, di posizionare il lettore di impronte accanto alla macchina fotografica, difficile da raggiungere per chiunque. Sul prossimo top di gamma, però, la società potrebbe finalmente aver scelto di spostare il lettore di impronte sotto alla telecamera, un po’ più al centro, dunque, della scocca posteriore, come del resto hanno sempre fatto, a ragione, tutti i competitor.

galaxy s9La notizia non è ufficiale, e nemmeno diretta. Ed infatti, è apparsa in rete una presunta foto dell’app Salute di Samsung, che mostra il posizionamento del lettore del battito cardiaco: questo viene spostato dove oggi si trova il Touch ID, mentre quest’ultimo dovrebbe essere riposizionato proprio sotto al sensore posteriore.

Si tratta certamente di una soluzione migliore rispetto all’attuale posizionamento, e che dovrebbe comportare maggiore comodità per l’utente e maggiore precisione. Sembra ancora molto, forse troppo, vicino all’obiettivo, con possibilità che l’utente tocchi ancora la lente della camera, anziché il touch ID. Ad ogni modo, sembra comunque una miglioria rispetto all’attuale generazione di flagship Samsung.