Il Mac pro scaccia (o quasi) l’iPod touch e il nano dagli APR

Il cambiamento è “epocale” se ci riferiamo alla storia dei negozi selezionati da Apple sul territorio: da anni il Mac professionale non aveva un posto preminente negli allestimenti dei punti vendita di dimensioni medie o medio piccole: a farne le spese sono l'iPod touch e nano

mac pro_background2

Quali sono i prodotti su cui Apple punta nelle stutture di vendita a livello locale che non sono sotto il suo diretto controllo ma cui decide le modalità di display sui banchi coordinati che sono in comune in ogni location? Dalle visite dei nostri redattori in alcune località in cui sono presenti gli Apple Premium Reseller, un interessante avvicendamento sta avvenendo in queste e corrisponde ad una piccola rivoluzione.

Torna il Mac Pro!
Complice la sospensione delle vendite in Europa decisa nella primavera del 2013 Apple aveva deciso di togliere dal mercato il proprio computer top di gamma riservato ai professionisti che peraltro difficilmente si poteva vedere esposto negli APR medio piccoli: il dispositivo che occupava la gran parte dei desk quadrati o rotondi nei punti vendita era l’iPad nelle sue varie dimensioni e colori e pure un buon spazio veniva riservato alla gamma colorata di iPod.  Ma ora che il Mac Pro è arrivato a fare le spese deve pure essere qualcuno…

La nuova macchina “scosta” gli iPad e si affaccia di nuovo sui banchi insieme a Mac mini, in abbinamento ai due generosi schermi da 27” che Apple mantiene sul mercato.  Ma ovviamente iPad non diminuisce la sua presenza negli spazi espositivi…

Spariscono (quasi) iPod touch e nano
A fare le spese di questo ritorno alle macchine Pro sono  iPod. Sia il modello touch che il modello nano vengono relegati in una posizione molto defilata. In pratica in molti tavoli rotondi di grandi dimensioni dove erano collocati gli iPod, ora a fare carosello di colori saranno gli iPhone 5c su cui Apple, non è un segreto, punta molte carte. Gli iPod finiscono in un angolo; se saranno dispobili tavoli rotondi ne troveremo uno dedicato al player, con un iPod touch e un iPod nano. Se lo spazio è ridotto, i player finiranno in una vetrina, fuori dal fascio di luce dei riflettori. Ovviamente iPod touch e nano restano a listino e in vendita ma la loro marginalizzazione visiva, almeno in alcuni APR, accompagna quella dei fatturati e dei desideri dei clienti e sembra un preludio all’addio.

In molti pensano che l’iPod touch e nano di attuale generazione saranno gli ultimi mai prodotti da Apple e quel che sta succedendo nei negozi non pare smentirlo.

Ovviamente non tutto vien per nuocere, almeno dal punto di vista dei rivenditori. Apple sembra intenzionata, infatti, a puntare sul ritorno del Mac Pro per rimettere in primo piano le competenze specifiche in campo professionale dei negozi specializzati Apple e attrarre nuovi clienti verso una soluzione potentissima e compatta che potrebbe avere difficoltà ad essere promossa nei grandi retail e che invece gli APR sono in grado di valorizzare e sottolineare con iniziative specifiche.