Nei nuovi Mac Pro troveremo Intel Xeon serie Platinum, Gold, Silver o Bronze

Intel cambia la nomenclatura dei processori Xeon con quattro famiglie Platinum, Gold, Silver e Bronze per il rinnovo atteso a breve. Uno di questi sarà impiegato nei nuovi Mac Pro?

I processori Intel più recenti per desktop e laptop sfruttano i core Kaby Lake di ultima generazione ma i processori Xeon di fascia alta, usati in server e workstation, sfruttano ancora i core di vecchia generazione Broadwell. Questa famiglia di processori sarà presto rinnovata con varianti che prevedono core derivati dall’architettura Skylake.

Non si conosce ancora molto delle nuove CPU ma in una documentazione interna fornita ai partner sono state scovate nuove denominazioni. Gli Xeon attuali sono proposti nelle varianti E3, E5 ed E7, seguito da un numero a quattro cifre e dal numero di versione (es. “E3-1280 v6”). Il più recente sistema di numerazione dei processori Xeon è costituito da un codice alfanumerico che rappresenta linea di prodotto, famiglia di prodotto e versione. Se applicabile, un suffisso alfabetico, che rappresenta la linea di processore, appare alla fine del nome del processore. Il numero di versione non viene usato per la prima generazione dei processori.

La sequenza di numerazione (con le quattro cifre e la versione) consente di identificare l’architettura base. L’architettura base con il numero “4” identifica l’architettura Broadwell. La serie permette di identificare le varianti core; “E7” significa in genere supporto a maggiore memoria RAM, più core e altre funzioni rispetto a quelli etichettati come “E5” e “E3” (essenzialmente chip desktop ribrandizzati). La prima cifra nel model number indica i socket supportati (dal singolo socket di 1xxx agli otto socket dei componenti numerati 8xxx); le tre cifre restanti non hanno un particolare significato ma sono sfruttate per distinguere i processori per core e velocità di clock.

In un documento sul sito Intel individuato dal sito tedesco Computerbase, appaiono ora nuove denominazioni basate su nomi di famiglie: Platinum, Gold, Silver e Bronze. Le CPU Xeon E5 ed E7 più potenti per socket LGA 3647 si chiameranno rispettivamente Xeon Gold e Xeon Platinum. Nel documento si fa riferimento, presumibilmente, alle CPU Skylake SP e Skylake EP.

Intel dovrebbe rilasciare ben 34 diversi modelli. La serie Xeon Gold sarà composta da 20 processori delle serie 5000 e 6000; le CPU della serie Xeon Platinum saranno 14, tutte appartenenti alla serie 8000. I processori con la sigla “T” integrano specifiche funzionalità per il risparmio energetico. Novità assoluta sono gli Xeon “M”; il suffisso “M” finora era stato usato solo sul versante mobile ma ora potrebbe essere un riferimento alla DRAM 3D chiamata MCDRAM e sfruttata negli Xeon Phi. Considerando il ciclo di vita dei processori Intel Xeon, solitamente più lungo degli altri processori, uno dei nuovi modelli sarà molto probabilmente impiegato da Apple per il nuovo Mac Pro che dovrebbe essere annunciato nel 2018 o successivamente.