fbpx
Home Hi-Tech Hardware e Periferiche Thunderbolt per PC, Intel si muove per aumentare l'interesse

Thunderbolt per PC, Intel si muove per aumentare l’interesse

Due redattori di Anandtech hanno avuto modo di parlare con rappresentanti di Intel nel corso dell’ultimo Intel Developer Forum e hanno approfittato dell’occasione per chiedere lumi sulla tecnologia Thunderbolt su PC. Il mercato percepisce tale tecnologia come costosa e interessante solo per gli utenti Mac. Uno sguardo ai prodotti che Intel mostrava, permetteva di rendersi conto che in realtà ci sono molte motherboard e workstation che integrano Thunderbolt. Le lamentele comuni degli utenti PC riguardo tale tecnologia, sono: l’assenza di certificazioni Windows per alcuni dispositivi, la mancanza di affidabilità nei collegamenti a caldo, performance inferiori e latenze più basse rispetto a quanto è possibile ottenere sui Mac con OS X.

I dispositivi di storage Thunderbolt sono tipicamente inizializzati come HFS+ per Mac, probabilmente perché i produttori sanno che tipicamente è l’utente Mac ad acquistare questi prodotti. Senza l’interesse dei produttori, il rischio è che alla lunga la tecnologia in questione diventi come FireWire: straordinariamente interessante ma poco adottata e sfruttata.

Per consentire la migrazione dei chipset Z77 / Z87 verso Z89, Intel ha finora permesso ai produttori di motherboard di integrare Thunderbolt tramite schede figlie supplementari certificate; questo consente di ridurre il costo della scheda madre, evitando l’integrazione dell’ASIC (un circuito integrato specifico) e prevedendo solo un connettore (“TB_header”) specifico sulla scheda logica.

Queste schede add-in dovrebbero essere utilizzabili in accoppiata alle motherboard con chipset X79, H87 / H97 / Q87. Le motherboard con chipset Z87 e Z97 integrano il connettore Thunderbolt direttamente sulla motherboard ma sono ancora pochi i produttori che propongono modelli con il connettore integrato di serie.

Con la nuova piattaforma Intel basata su socket LGA 2011-3, CPU con architettura Haswell-E e chipset X99, il produttore finalmente consente anche a produttori diversi da Apple di integrare il supporto diretto per Thunderbolt nelle motherboard. I driver per PC sono stati aggiornati e ora è ad esempio possibile sfruttare una connessione di rete a 10 Gbps tra Mac e PC usando solo Thunderbolt senza necessariamente sfruttare costosi switch dedicati.

Sembra, insomma, che finalmente vi sia qualche progresso nel supporto a Thunderbolt su PC. Molto tocca da fare ad ogni modo a Microsoft; quest’ultima forse crede poco in Thunderbolt e finora non ha integrato driver di qualità di serie con Windows a supporto della nuova tecnologia. Intanto con l’arrivo della futura generazione di CPU Skylake (quelle che sostituiranno Broadwell), Intel prevede l’aggiornamento dei connettori Thunderbolt e il raddoppio della larghezza di banda dell’attuale tecnologia nota come “Falcon Ridge”.

La futura tecnologia Thunderbolt 3 è attesa per il prossimo anno e dovrebbe raddoppiare ancora il throughput: dopo i 10 Gbps della prima versione, e i 20 Gbps della seconda, si passa a ben 40 Gbps, rendendo ancora più veloci i trasferimenti. Non sarà ad ogni modo solo la velocità a migliorare con “Alpine Ridge”: Thunderbolt 3 dovrebbe consumare fino a due volte meno energia, aspetto interessante per gli utenti di notebook.

Alpineridge

Offerte Speciali

L’iPad Air 2019 al prezzo minimo su Amazon: 499€

iPad Air scontato di 65 euro su Amazon

Torna lo sconto su iPad Air. Il più potente degli iPad non "pro" scende a 504 euro per la versione da 64 GB.
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,455FansMi piace
95,262FollowerSegui