Con iOS 11 Siri diventerà più intelligente ed entrerà nelle chat di iMessage?

Entro autunno l’intelligenza artificiale di Siri potrebbe essere potenziata imparando dalle abitudini dell’utente, collaborando all’interno di iMessage e spostandosi anche sul cloud: i dettagli

siri iOS 11
[banner]…[/banner]

Sapevamo che con Siri, presentato nell’ottobre del 2011 con iPhone 4s, l’intelligenza artificiale era soltanto agli inizi. Dalla prima versione ne è passata di acqua sotto i ponti, le funzioni e le capacità sono di gran lunga aumentate, la voce inizialmente robotica è oggi molto più “umana”, ma non basta: la concorrenza è ormai arrivata. Sebbene l’assistente vocale di Apple abbia ancora qualche buona carta da giocare, un importante passo avanti potrebbe effettivamente farlo in autunno.

E’ quanto lascia intendere The Verifier che, stando a quanto riporta in un recente articolo, sarebbe direttamente in contatto con il team di sviluppo che vive in Israele e negli Stati Uniti. Secondo le indiscrezioni il salto arriverà con iOS 11, la cui presentazione – e quindi insieme ad almeno parte delle novità citate dalla fonte – è fissata per la WWDC17 del 5–9 giugno. Sarà cioè il prossimo aggiornamento del sistema operativo mobile di Apple, in arrivo entro settembre-ottobre insieme ai nuovi iPhone, a potenziare quello che oggi è soltanto un assistente vocale che risponde alle domande dell’utente.

siri iOS 11

Prossimamente infatti farebbe di meglio: analogamente a quanto dovrebbe promettere Bixby di Samsung, la cui presentazione è prevista tra due giorni con il lancio dei nuovi Galaxy S8 sul quale sarà pre-installato, imparerà direttamente dalle abitudini dell’utente per comprendere al meglio le sue richieste e rispondere di conseguenza. In base a quanto emerge il potenziamento non sarà disponibile soltanto su iOS ma sarà esteso anche a watchOS, macOS e tvOS, per seguire così l’utente in tutto l’universo Apple.

Citando poi una funzione già avvistata in precedenza in un brevetto, Siri potrebbe essere maggiormente integrato anche in iMessage per interagire con gli utenti. Se ad esempio programmiamo in chat una cena con un’amico, l’assistente vocale di Apple potrebbe fornire informazioni testuali sulla distanza che separa entrambi dal locale citato, con tanto di opzioni per facilitare la prenotazione del tavolo, compreso il taxi per raggiungere il posto indicato in orario. Per la conferma – o smentita – di tali indiscrezioni non resta che attendere ancora qualche mese: l’appuntamento è alla Worldwide Developer Conference WWDC17 di giugno.

siri iOS 11