Apple News+ viola le direttive di Cupertino secondo un ex dipendente Apple

La schermata di login di Apple News+ violerebbe le linee guida di Apple stessa. Lo sostiene un ex sviluppatore che ha lavorato a Cupertino spiegando perché

La schermata di login Apple News+ violerebbe le direttive Apple

Un ex dipendente Apple, un programmatore che ha lavorato a Cupertino per sette anni, accusa l’azienda di aver violato le proprie linee guida App Store in Apple News+, il nuovo servizio per notizie, riviste e giornali digitali in abbonamento. Il problema risiederebbe nella schermata di login di Apple News+.

La finestra di login del servizio invita l’utente a provare Apple News+ gratis, e specifica che il piano di abbonamento si auto rinnova a 9,99 dollari al mese. Per cominciare, spiega l’ex sviluppatore, non è presente alcun link a norme sulla privacy o alla pagina di supporto, né tantomeno è presente alcuna informazione su come annullare l’abbonamento.

La schermata di login Apple News+ violerebbe le direttive Apple

The Verge aggiunge che Apple propone linee guida particolarmente rigorose per rendere chiaro agli utenti il costo di un servizio, se è presente una prova gratuita e come annullare l’eventuale abbonamento per non rinnovarlo alla scadenza.

In questo caso, basta cliccare sul link “Try it Free”, per confermare il pagamento. Il fatto è che Apple vieta agli sviluppatori di applicare un tale meccanismo. In genere, Apple protegge gli utenti dagli abbonamenti che si rinnovano periodicamente, richiedendo agli sviluppatori di informare l’utente con numeri piuttosto grandi, così da renderli evidenti a chi si abbona, informando altresì su come si paga e come si annulla l’abbonamento.

Le linee guida prevedono:

Nel sistema di acquisto, l’importo che sarà fatturato deve essere l’elemento più importante del layout. Ad esempio, un abbonamento annuale deve visualizzare chiaramente l’importo totale che verrà fatturata al momento dell’acquisto […]Nel processo di acquisto per una prova gratuita, deve essere indicato chiaramente quanto tempo dura la versione di prova, il prezzo fatturato una volta che la versione di prova gratuita è finita, ed i termini di rinnovo. Occorre assicurarsi che gli utenti sappiano che una volta che la versione di prova gratuita scade sarà avviato automaticamente il prossimo periodo di sottoscrizione, e che si può annullare in qualsiasi momento

Apple News+ elenca il prezzo se si continua nel processo, e può essere disdetto in qualsiasi momento, ma le schermate non dicono per quanto tempo dura il periodo gratuito, né il prezzo sembra essere elemento principale nella schermata.

Trattandosi di osservazioni di un ex dipendente Apple, che potrebbe avere il dente avvelenato con l’ex datore di lavoro, sono da accogliere con cautela, ciò nononstante l’argomento è decisamente scottante, soprattutto alla luce di due recenti denunce avviate da sviluppatori terzi contro Cupertino, relative proprio alle policy vigenti su App Store.

Ricordiamo infatti che Spotify ha segnalato Apple all’antitrust europeo per pratiche anticompetitive per Apple Music, oltre che per le la quota dovuta a Cupertino delle app pubblicate su App Store e altre regole del negozio digitale di Apple. Pochi giorni dopo è arrivata anche la denuncia di Apple da parte di Kaspersky Lab presso l’antitrust in Russia, sempre per pratiche definite anticompetitive sulle funzioni di monitoraggio del tempo di utilizzo e parental control.