HomeTutorial e FAQCome leggere ...

Come leggere o convertire un file Microsoft Publisher per Mac

Microsoft Publisher è una semplice applicazione di desktop publishing fornita dalla Casa di Redmond con alcune versioni di Office per Windows, non esiste o e mai esistito un Publisher Mac ma allo stesso è possibile trasformare, convertire o adattare file con suffisso .pub nati sull’applicazione Windows in modo da rendere disponibili gli archivi Publisher per Mac.

Publisher è di fatto un software entry-level non paragonabile con applicazioni di impaginazione professionale quali InDesign e XPress e gli utenti Mac, soprattutto quelli che lavorano in tipografie, servizi di stampa o studi grafici, prima o poi potrebbero imbattersi in file salvati in Publisher.

Poiché l’applicazione in questione non esiste per Mac, come aprire o convertire dal Mac un file di questo tipo?

Prima soluzione: chiedere un PDF

Le soluzioni possibili sono varie. La più semplice è quella di chiedere a chi ha inviato il file di rinviarlo dopo averlo salvato in un formato noto come ad esempio il PostScript o PDF. Publisher integra una funzione denominata “Creazione guidata Pubblicazione portatile” che consente di comprimere una pubblicazione e i file collegati in un unico file compresso (utile per affidare il documento a un servizio di stampa esterno); questa funzione salva una copia del file incorporando in quest’ultimo i tipi di carattere TrueType per cui è consentito l’incorporamento e creando un file PDF (a patto che il componente che consente questa opzione sia installato).

Il formato PDF, com’è facile immaginare, mantiene inalterata la formattazione del documento ed è quello universalmente accettato dai servizi di stampa esterni, agenzie e organizzazioni varie, leggibile e gestibile senza problemi su una più ampia varietà di piattaforme. Ottenuto il PDF, potremmo leggerlo senza problemi con il Mac, stamparlo e anche modificarlo a patto di disporre di software ad hoc per la modifica di questo tipo di file.

convertire Microsoft Publisher per Mac

Seconda soluzione: uno strumento di conversione ad hoc

Se come utenti Mac avete a che fare spesso con file Publisher potete pensare a un’utility di conversione ad hoc. Gli sviluppatori di Markzware hanno offerto per un determinato periodo Pub2ID, un plug-in per InDesign (in versione Mac o Windows) grado di aprire i file di Microsoft Publisher direttamente dall’applicativo di Adobe. Il prodotto non è purtroppo più in vendita ma qualche rivenditore potrebbe offrirlo ancora.

La conversione dei file avviene in tempo reale in fase di apertura: i file Publisher possono essere aperti direttamente dal menu “File” di InDesign. Tutti gli elementi originari sono preservati: la dimensione delle pagine, la posizione degli oggetti, i modelli-colore utilizzati, i font, gli stili, gli attributi di testo, le tabelle, i layer, l’allineamento, i box di testo.

Le immagini incorporate nei file Publisher sono (automaticamente) estratte e reinserite nella posizione equivalente nel nuovo impaginato. Tenete presente che la conversione in alcuni casi potrebbe non essere perfetta (elementi grafici o testi non perfettamente allineati). Il software non è più disponibile e l’azienda ora fornisce solo un servizio di conversione diretto.

Terza soluzione: LibreOffice

Anche LibreOffice consente di importare i file Publisher. La suite da ufficio gratuita (si scarica da qui) è compatibile con un’ampia gamma di formati di documento, inclusi Microsoft Word, Excel, PowerPoint e il file Publisher (98-2010) in formato .pub. I file in questione possono essere aperti con Draw (l’applicazione per il disegno vettoriale e i diagrammi di flusso) ma bisogna considerare che l’importazione non sempre è perfetta.

Quarta soluzione: usare un servizio di conversione dei file online

Su internet esistono varie aziende come oggi Markzware che offrono servizi di conversione dei file. Il concetto è semplice: si carica il file nel formato originario da convertire (nel nostro caso Publisher), si sceglie il formato di output desiderato (esempio: InDesign) e si ottiene il file convertito nel formato desiderato. Questo servizio è offerto ad esempio da ZamZar, un sito che supporta la conversione di migliaia di file. Partendo dal file Publisher è possibile ottenere un file .JPG, .DOC, .PDF e altri ancora. Anche in questo caso, bisogna considerare che non sempre il file risultante è perfettamente conforme all’originale.

Quinta soluzione: Boot Camp o virtualizzazione con Parallels, VMware e simili

Se avete a che fare quotidianamente con i file Publisher forse la cosa migliore da fare è installare Windows e il relativo Office con Publisher sul Mac, usando un’applicazione per la virtualizzazione (Parallels Desktop, VMWare Fusion o VirtualBox) o l’utility Boot Camp di Apple (creando una partizione sul disco rigido o unità SSD del Mac da dedicare a Windows). Se avete già un’applicazione di virtualizzazione con Windows sul Mac e avete bisogno di installare Publisher potete scaricare la versione demo del programma Microsoft da questo indirizzo. La trial offerta dalla Casa di Redmond è utilizzabile in modo completo per un mese e abbiamo dunque tutto il tempo necessario per salvare e convertire direttamente da Publisher il documento nel formato che desideriamo.

preparare file Microsoft Publisher per Mac

Nel momento in cui scriviamo l’ultima versione è Microsoft Publisher 2019; le versioni precedenti includono: Publisher 2016 ( compatibile con Windows 7, Windows 8.1 e Windows 10), Publisher 2013, Publisher 2010, Publisher 2007 e Publisher 2003.

Publisher 2019 è incluso nel pacchetto Office Professional + venduto a circa 140 €.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Le offerte per i vostri regali di natale

Sconti d'autunno, lampate X

Xiaomi Mi Smart LED Desk Lamp Pro, Homekit da scrivania in sconto a 59,99 €

Xiaomi Mi Smart LED Desk Lamp Pro a 59,99 euro la lampada da scrivania più smart da regalare o regalarsi a Natale.
LEGO celebra il mondo Disney con il set Cinepresa

LEGO celebra il mondo Disney con il set Cinepresa

Il set LEGO cinepresa vintage in 811 pezzi con le miniature di Topolino, Minnie e Walt Disney celebra storia e magia del mondo Disney
Black Friday, sconti fino al 24% sui proiettori Xgimi

Regali di Natale, proiettori Xgimi Full HD e 4K con sconti fino al 27%

Sconti pre-natalizi sui proiettori extra comodi da installare di Xgimi, autofocus, correzione trapeizodale automatica e immagini di qualità anche in mobilità
Da Merdolino ai bollitori di Graves, le offerte smart Alessi per il Black Friday

Da Merdolino ai bollitori di Graves, tutte le offerte smart Alessi

Portate il grande design in casa vostra oin quella dei vostro amici con gli esclusivi oggetti d'arredo di Alessi che abbinano design ad originalità.
migliori luci natalizie nella catena di luci

Le migliori luci di Natale, anche smart

E’ tempo di addobbare casa e negozio: ecco i migliori sistemi di illuminazione per abbellire l’albero di Natale, il presepe, il giardino, il viale di casa ma anche le pareti e le vetrine di abitazioni e negozi
Windows XP torna sul brutto maglione di Microsoft

Windows XP torna sul brutto maglione di Microsoft

Nella gara del maglione più brutto di Natale vince Microsoft con l’annuale Windows Ugly Sweater e la foto delle colline verdi di Windows XP
Beats e Kim Kardashian lanciano Beats Fit Pro in tre nuovi colori

Per Beats è ancora Black Friday, sconto fino al 35% per auricolari e cuffie

Su Amazon restano in sconto tutti gli auricolari e cuffie Beats. Ribassi fino al 35% con prezzi che sono quasi al minimo per tutti
Black Friday, i migliori sconti d

Dopo il Black Friday, Airpods 2 ancora a 97€, Airpods 3 a 159€

Su Amazon dopo il Black Friday continua lo sconto su alcuni modelli di Airpods. Spicca quello sugli Airpods 2 che costano solo 97€
Iniziano le offerte Black Friday di EcoFlow per risparmi su tutte le soluzioni energetiche

Dopo il Black Friday di EcoFlow, offerte su tutte le soluzioni energetiche

Gli sconti dopo il Black Friday di EcoFlow: risparmi su tutte le soluzioni energetiche del brand.

Dopo il Black Friday, caricabatterie Ugreen 65W, due porte USB-C e una USB-A, solo 35,59€

Su Amazon resta in sconto dopo il Black Friday un caricabatterie Ugreen da 65W. Perfetto come strumento universale per chi ha un MacBook Air, un iPhone, un iPad. Due porte USB-C e una USB-A, costa solo 33,49€

Ultimi articoli

Pubblicità