Marchionne: «Mi piacerebbe un accordo tra Fiat e Apple»

Marchionne strizza l'occhio ad Apple. Parlando con un gruppo di analisti finanziari definisce la partneship «auspicabile» e il patto una prospettiva da incoraggiare,

carplay - logo fiat

Una partnership tra Fiat Chrisler Automobiles ed Apple sulle automobili potrebbe essere una ipotesi da tenere in considerazione. Ad avanzare quella che potrebbe apparire a prima vista una “folle idea” non è uno dei tanti opinionisti ed osservatori del mercato che ogni tanto sparano qualche boutade, ma Sergio Marchionne, l’amministratore delegato di FCA.

Marchionne ha affrontato l’argomento nel corso di un incontro con gli analisti finanziari. Parlando di possibili partnership con altri produttori di auto, l’amministratore del gruppo italo-americano, ha detto di essere sempre stato stuzzicato dalla prospettiva di aziende che «sono in possesso di tecnologie capaci di cambiare le carte in tavola e dunque anche in grado di modificare il paradigma. Se queste aziende si manifestassero e fossero in grado di avere successo, con le loro riserve di cassa e il loro know how, potrebbero colpire duramente la nostra industria». Ad un analista che gli chiedeva se FAC fosse disponibile ad accettare le proposte di partneship che arrivassero da Apple o Google, Marchionne ha definito «possibile» l’accordo aggiungendo: «penso che dovremmo incoraggiare un dialogo di questo tipo».

Bloomberg, che ha riportato la notizia, ricorda che Apple ha un legame diretto con il gruppo Fiat Chrisler Automobiles. Eddie Cue è infatti consigliere di amministrazione di Ferrari, il fiore all’occhietto di FAC. Luca Maestri, CFO di Apple, è stato per anni CFO di General Motors con lo speciale incarico di tenere un dialogo con Fiat. Per questa ragione il partner più naturale per Marchionne sarebbe proprio Apple.

Cupertino con le sue riserve di cassa molto vicine a quota 200 miliardi di dollari, si potrebbe facilmente comprare l’azienda di Marchionne che ha una capitalizzazione di meno di 20 miliardi, ma l’operazione non sarà mai messa all’ordine del giorno. Ma una partnership tra FCA e Cupertino potrebbe materializzarsi in vari modi, da un semplice accordo su una piattaforma tecnologica creata da Apple e applicata al mondo delle autovetture, fino ad una partnership organica che sembra sia quel che l’amministratore del gruppo automobilistico pare auspicare.

208146-big