Motif 2.0, l’ex servizio di stampa foto Apple parla italiano

Ora è possibile stampare le foto, usare il supporto multilingue e convertire progetti realizzati con versioni precedenti di Foto: tutte le novità di Motif 2.0

Motif 2.0, l’ex servizio di stampa foto Apple parla italiano

Motif ha annunciato la versione 2.0 della sua app di stampa fotografica per macOS con supporto multilingua tra cui l’italiano, miglioramenti significativi dell’usabilità e nuove funzionalità per semplificare le interazioni degli utenti.

Grazie a questa nuova versione, l’app – disponibile da novembre – permette di facilitare la stampa di foto e abilitare la conversione di progetti realizzati con versioni precedenti di Foto di Apple, rendendo più facile la creazione di progetti fotografici stampati in alta qualità.

Come una estensione nativa per l’app Foto di Apple su macOS, Motif – inizialmente integrata nel sistema come servizio di stampa Apple – consente agli utenti di organizzare le proprie foto utilizzando modelli di album fotografici già pronti per trasformarli in fotolibri, calendari e cartoline che vengono consegnati direttamente a casa in pochi clic. Tutto questo può essere realizzato all’interno dell’app Foto di Apple senza dover imparare a usare strumenti nuovi e complessi o passare ore a importare foto da un’app all’altra o a un sito Web.

Motif 2.0, l’ex servizio di stampa foto Apple parla italiano

Di facile utilizzo, a prescindere dall’età e dalle capacità tecniche degli utenti, Motif è ora disponibile in cinque lingue e in trentuno paesi, e ha all’attivo oltre 100.000 download dall’App Store di Apple.

Di seguito l’elenco completo delle nuove funzionalità:

  • Lingue: Motif è ora disponibile in tedesco, francese, spagnolo e italiano; la lingua viene impostata automaticamente in base alle impostazioni macOS dell’utente. Ogni lingua è disponibile in tutti i paesi europei.
  • Funzionamento nativo: piena integrazione con l’app Foto su macOS Mojave (10.14), che consente di creare progetti fotografici direttamente da un ricordo o un album esistente. È possibile trascinare e rilasciare le foto nativamente con un’esperienza utente e uno zoom più veloci. Motif organizza le foto automaticamente e si assicura che il risultato finale sia di qualità.
  • Maggiori opzioni di personalizzazione: oltre ai molteplici temi e immagini di copertina disponibili, gli utenti possono anche personalizzare e stampare il testo sul dorso del proprio libro fotografico. Ora Motif consente anche di personalizzare le date di inizio del calendario e includere le festività locali.
  • Controlli di qualità utili: in Motif 2.0, il team ha aggiunto ulteriori controlli per garantire che il prodotto stampato sia della massima qualità, con notifiche che individueranno problemi comuni, come testo sporgente o date della fotocamera non corrette, e forniranno consigli pratici su eventuali miglioramenti.
  • Conversione di progetti di fotolibri Apple: gli utenti con progetti di foto esistenti nella propria app Foto possono ora convertirli in Motif su macOS Mojave – senza perdere la qualità dell’immagine, il layout di pagina o il posizionamento del testo – con un semplice clic.

Motif 2.0, l’ex servizio di stampa foto Apple parla italiano

L’app Motif 2.0 può essere scaricata gratuitamente dal Mac Apple Store. Al termine del download è sufficiente aprire l’app Foto di Apple: Motif viene automaticamente eseguito all’interno dell’app.

Per iniziare a creare un album o un ricordo è sufficiente (dall’app Foto) cliccare sul menu File > Create > Motif. Gli album fotografici possono essere stampati a partire da 9,99 euro, i calendari a partire da 19,99 euro, mentre le cartoline vengono vendute a partire da 90 centesimi al pezzo.