HomeMacityHardware AppleNuovi MacBook Pro, un'ora di autonomia in più

Nuovi MacBook Pro, un’ora di autonomia in più

Batterie di minore durata per i nuovi MacBook? La risposta di Apple è no, anzi, i nuovi portati aumentano di un’ora l’autonomia rispetto ai vecchi modelli a parità  di condizioni di utilizzo, questo nonostante l’apparente taglio, sempre di un’ora, nelle specifiche ufficiali notata già  oggi pomeriggio dal nostro sito.

A fornire una risposta a Macity in materia sono alcune fonti interne ad Apple dalle quali si apprende che l’apparente discrepanza tra quanto si apprende sul sito ufficiale (vecchi MacBook Pro sei ore di autonomia, nuovi MacBook Pro cinque ore) è determinata unicamente da un differente sistema di misurazione che è stato adottato nei laboratori della Mela che certificano le prestazioni delle macchine.

In termini pratici l’attuale autonomia dei MacBook Pro è di cinque ore in “modalità  wireless”, ovvero mentre si opera con il Wifi attivato; in più Apple ora misura la durata con attivo un browser Internet in navigazione e un word processor in uso, con schermo al 50% della luminosità , come chiaramente specificato in calce alla pagina delle specifiche tecniche.

Quello che nella pagina di Apple non viene specificato e che aiuta a chiarire ulteriormente i termini è che i precedenti MacBook Pro nella stessa modalità  venivano misurati a quattro ore; questo dettaglio è stato rivelato per la prima volta oggi da Apple a Macity che, come accennato, aveva chiesto un chiarimento. In termini pratici quindi si apprende che le sei ore dei vecchi MacBook Pro erano state rilevate in una modalità  con wireless spento (e probabilmente senza programmi in uso e forse pure una luminosità  più bassa del 50%) quindi in condizioni non del tutto rispondenti all’utilizzo “sul campo”.

Per altro anche i MacBook sono stati sottoposti al nuovo regime di misurazione, visto che la durata dichiarata della batteria scende da 6 ore a 4,5.

I nuovi “benchmarks” di durata della batteria, sostanzialmente più rispondenti all’uso sono stati introdotti con il lancio del MacBook Air per il quale alcuni test hanno dimostrato che l’autonomia ufficialmente riportata è in sostanza vicina a quella che si ottiene nell’uso quotidiano.

L’aumento della durata della batteria è coerente con tutte le informazioni inerenti il processori Penryn adottati dai MacBook Pro di nuova generazione. Questi chip hanno, infatti, un consumo inferiore ai vecchi Merom e la diminuzione della durata della batteria non sarebbe altrimenti spiegabile.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

Risparmiate 410 € su MacBook Pro M1 da 512 GB: 1299 euro

Su Amazon va ancora in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 410 euro per arrivare al prezzo minimo.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial