Nvidia rilascia i driver macOS per le schede video GTX e Titan

Nvidia rilascia i driver macOS per usare GPU e schede video di ultima generazione: ora Mac Pro pre 2013 e PC "hackintosh" possono usare Nvidia GTX 1080 fino alla top Titan Xp

NVIDIA, nuovo software touch per pennini, a basso consumo energetico

Come promesso Nvidia ha rilasciato i driver macOS per le schede video con tecnologia Pascal, in precedenza non compatibili con i Mac giacché non esistevano driver specifici. Tutte le schede video del costruttore che iniziano con la numerazione “10” sono compatibili. Le GPU in questione, sono disponibili anche nelle varianti a basso costo come le GTX 1050 che è possibile trovare su Amazon con prezzi a partire da circa 130 euro.

Ricordiamo che queste schede video possono essere installate sui Mac Pro precedenti al 2013 e anche ovviamente sui cosiddetti “hackintosh” (il progetto di hacking che consente di installare macOS in personal computer non prodotti da Apple basati su architettura x86).

All’interno dei Mac Pro di vecchia generazione è possibile aggiungere in modo facile e veloce schede negli slot PCI (Peripheral Component Interconnect) Express. Il Mac Pro 2012 possiede uno slot PCI Express doppio (double width) per schede grafiche e tre slot di espansione PCI Express per un totale di quattro slot. I tre slot possono ospitare schede video PCI Express e schede di espansione. Molto interessante è la GTX 1080 (650,00 euro il prezzo di listino ma su Amazon si trova a meno) offre potenza di calcolo di alto livello, con il doppio delle prestazioni rispetto a soluzioni di generazione precedente; top della gamma è la NVIDIA Titan Xp con prezzi che arrivano a circa 1.600 euro.

I nuovi driver Nvidia per macOS possono essere scaricati da questo indirizzo (i più nuovi sono quelli in alto) Si tratta delle prime release pubbliche e in quanto tale probabilmente non esenti da bachi. I primi utenti lamentano bug con la tecnologia CUDA e la modalità Night Shift di macOS; piccole anomalie che verranno con ogni probabilità risolte nei prossimi giorni.

Nvidia