Odiati ma amati: acquisti in app sempre più popolari

Gli acquisti in app forse non piacciano alla gente, ma non si vede. Lo dicono alcuni studi di mercato che certificano che questi elementi aggiuntivi da acquistare successivamente, godono di ottima salute e sono sempre più al centro del processo di acquisto.

Sensor Tower, in particolare, afferma che nel 2017 gli utenti iPhone hanno speso il 23 per cento in più sugli acquisti in-app rispetto all’anno precedente. L’importo medio speso è cresciuto a 58 dollari nel corso dello scorso anno, rispetto ai 47 dollari del 2016. Di questi 58 dollari, naturalmente, sono i giochi ad aver contribuito per la maggiore, con circa 36 dollari, seguiti dalla categoria intrattenimento, musica, social networking, e applicazioni stile di vita.

Questi numeri includono gli acquisti che sono fatti attraverso il sistema di acquisto first-party in-app di Apple, come abbonamenti Netflix, mentre escludono  gli acquisti effettuati da app come Uber e Amazon, riguardo alle quali Apple non ha entrate.

In termini di download Sensor Tower indica un aumento del 10 per cento, con gli utenti degli Stati Uniti che hanno installato una media di quattro nuove app nel 2017 rispetto a quanto fatto nel corso dell’anno precedente. È interessante notare che le app di foto e video sono diminuite del 10 per cento su base annuale, mentre i giochi sono aumentai del 7 per cento. Anche il settore intrattenimento è cresciuto del 7, così come le Utilities in crescita del 4 per cento. I Social Networking rimangono invariati al 2,9 per cento delle installazioni per dispositivo, mentre le installazioni di app Photo & Video sono calate del 10 per cento su base annuale.

Ovviamente, questi dati non piaceranno agli utenti che amano le app e i giochi premium, quelle per le quali si paga una sola volta, avendo poi accesso a tutti i contenuti. Sono destinate ad essere sempre più in inferiorità, considerando che i titoli freemium godono di ottima salute, ed anzi rappresentano  il modello che ha preso maggiormente piede negli ultimi anni, sicuramente il preferito dagli sviluppatori.