fbpx
Home Macity Mac OS X Recensione OS X 10.9 Mavericks: le novità e 12 motivi per scaricarlo...

Recensione OS X 10.9 Mavericks: le novità e 12 motivi per scaricarlo subito

In questo articolo trovate la recensione OS X 10.9 Mavericks, la descrizione e il funzionamento delle novità principali e anche 12 motivi per scaricarlo subito. Questa recensione è tratta dalla Guida a OS X 10.9 Mavericks di Apto: disponibile solo in formato ebook, per essere letto su iBooks di Mavericks e su iPad: si compra a 2,99 a partire da questo link. Della guida realizzata da Mauro Notarianni e Settimio Perlini abbiamo parlato più estesamente in questo articolo.

OS X 10.9 Mavericks è il frutto di anni di lavoro da parte di Apple sul sistema operativo introdotto per la prima volta come beta nel 2000 e diventato nel corso del tempo sempre più completo e maturo da ogni punto di vista. Mavericks è la decima major release di OS X e sono moltissimi i motivi per i quali consigliamo di aggiornare: piccole e grandi novità che permettono di attivare nuovi meccanismi di sicurezza, sfruttare appieno i computer più recenti, sfruttare funzionalità di risparmio energetico. Di seguito elenchiamo dodici punti che, da soli, valgono a nostro avviso l’update:

I Pannelli nel Finder
I pannelli del Finder consentono di ridurre il disordine sulla Scrivania riunire finestre multiple in un’unica finestra con più tab. Si può personalizzare la vista per ogni panello, spostare i file da un tab all’altro e anche lanciare il Finder con più tab aperte a schermo intero. Da qualunque finestra nel Finder possiamo scegliere dal menu” File” la voce “Nuovo pannello” e aprire quanti pannelli vogliamo; è ovviamente possibile chiudere i pannelli, spostarli e impostare visualizzazioni diverse per ogni pannello. Sono state ovviamente previste scorciatoie di tastiera (CMD-T per aprire un nuovo pannello, CMD-W per chiuderli). Apple ha anche previsto la possibilità di selezionare una cartella e aprirla come un pannello del Finder (basta selezionarla tenendo premuto il tasto CMD e scegliere la voce “Apri in un nuovo pannello”). Sono presenti anche scorciatoie di tastiera per passare da un pannello all’altro senza toccare il mouse (CTRL +TAB o CTRL- Maiusc-TAB). È anche possibile “sganciare” un pannello e trasformarlo in finestra indipendente (basta trascinarlo con il mouse e portarlo fuori).

mavericks Tab Finder

mavericks tag Finder
I Tag nel Finder
I Tag sono un nuovo modo di organizzare e trovare facilmente i file su proprio Mac e su iCloud. Si può applicare un Tag a qualsiasi file nel Finder, in iCloud o quando si salva un nuovo documento. I Tag appaiono nella barra laterale del Finder permettendo di visualizzare i file per progetto o categoria. Non si tratta in realtà di una funzione del tutto nuova: le “etichette” esistevano già nelle precedenti versioni di OS X, ma erano poco evidenziate da Apple e sottoutilizzate dagli utenti. Al posto di “etichette” Apple parla ora di “tag”, appellativo inglese da qualche tempo noto a tutti, “merito” anche di equivalenti funzioni messe a disposizione dai social network.

Si può facilmente taggare qualsiasi file nel Finder, in iCloud o quando si salva un nuovo documento. I Tag appaiono nella barra laterale del Finder così è facile visualizzare i file per progetto o categoria. Dalle Preferenze del Finder è possibile selezionare quali etichette mostrare nella barra laterale, cambiare i sette nomi di default (rosso, arancio, giallo, ecc.) e trascinare e rilasciare per sostituire i preferiti. Per “taggare” un elemento basta selezionarlo con il tasto destro del mouse (o funzione equivalente) e scegliere l’etichetta desiderata. In alternativa è anche possibile utilizzare una nuova icona dedicata che compare nella barra degli strumenti di tutte le finestre del Finder. Da questa nuova icona è anche possibile creare direttamente dei tag, senza passare per le Preferenze. La barra laterale del Finder già nelle passate versioni permetteva di visualizzare Preferiti, elementi condivisi e dispositivi (impostazioni modificabili dalle Preferenze del Finder) e ora mostra anche etichette/tag. In questo modo è facile visualizzare all’istante gli elementi ai quali avremo avuto l’accortezza di associare una parola chiave. Ricordiamo che anche dalle ricerche con Spotlight è possibile sfruttare questa possibilità.

Molto interessante è l’integrazione dei tag nelle applicazioni. Quando salviamo un documento da un’applicazione (es. TextEdit) da una sezione dedicata (“Etichette”), è possibile selezionare le etichette desiderate. Da notare che una piccola modifica grafica è stata apportata anche alle etichette dei tag: pallini di piccole dimensioni anziché gli elementi eccessivamente vistosi che apparivano nelle precedenti versioni del sistema. Anche la finestra che mostra i documenti memorizzati su iCloud, integra ora un pulsante dedicato che consente di selezionare l’etichetta desiderata.

mavericks tags finder

Offerte Speciali

iPhone XR 64 GB 569 €, sconto da 170 €

iPhone XR 64 GB 569,99 €, sconto da 170 €

Su Amazon iPhone XR da 64 GB scende ad un prezzo da Black Friday: 569,99 euro per la versione in colore nero
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,660FansMi piace
94,035FollowerSegui