fbpx
HomeHi-TechGiochi e ConsolePer Intel i PC Windows battono i MacBook sul fronte videogiochi

Per Intel i PC Windows battono i MacBook sul fronte videogiochi

In occasione del lancio dei suoi ultimi chip, Intel ha sferrato l’ennesimo attacco ad Apple, e in particolare ai dispositivi Mac. Questa volta, l’argomento prescelto è il reparto gaming.

Intel ha annunciato ieri due nuovi processori per laptop della serie H di 11ma generazione, con velocità di clock fino a 5 GHz, supporto a Intel Wi-Fi 6/6E e gameplay a 1080p su titoli popolari. Dopo l’annuncio, l’azienda ha colto l’occasione per lanciare un’altra bordata contro Apple.

Per Intel i PC Windows battono i Macbook sul fronte videogiochi

In una conferenza stampa, Ryan Shrout di Intel, ha evidenziato una un’esperienza di gioco presumibilmente scarsa sui dispositivi Mac, mentre i dispositivi Windows basati su Intel sarebbero certamente superiori. Intel ha deriso il chip M1 di Apple, vantando il fatto che molti dei videogiochi più popolari non funzionano su macOS.

La società ha evidenziato una scarsa esperienza di gioco su Mac quando si utilizza un emulatore o una macchina virtuale, mostrando un video del gioco “Valheim”, che funziona piuttosto male con Parallels su un Mac.

Per Intel i PC Windows battono i Macbook sul fronte videogiochi

Intel ha ulteriormente supportato le proprie affermazioni con un grafico, che mostra un MacBook Pro da 16 pollici basato su Intel con processore Core i9 9980HK con una AMD Radeon Pro 5600M, in confronto a un PC con un processore Core i5 11400H con una GeForce RTX 3060. Il PC ha ottenuto risultati migliori in ciascuno dei test selezionati dall’azienda e ciò ha portato all’affermazione che i PC basati su Intel offrono una “migliore esperienza di gioco rispetto al 100% dei laptop Mac”. La società ha quindi suggerito che gran parte della base di utenti Mac non è sufficientemente soddisfatta a causa delle limitate opzioni di gioco sul proprio sistema.

Per Intel i PC Windows battono i Macbook sul fronte videogiochi

Intel sembra ora fare del gaming un sostegno fondamentale nella sua argomentazione per convincere i clienti che i propri chip nelle macchine Windows rappresentano un’opzione molto migliore per i consumatori, rispetto ai Mac con il nuovo silicio Apple.

Alan Dexter di PC Gamer ha chiesto a Shrout durante se Intel stesse “bruciando i ponti con Apple”. Shrout ha risposto che “Apple è stata molto pubblica riguardo al passaggio al proprio silicio” e che “ora è un concorrente”, giustificando l’aggressiva campagna di marketing dell’azienda.

In merito, non dimenticate di guardare i divertenti spot Intel dove l’uomo Mac tradisce Apple, e neppure di dare uno sguardo al sito web con confronti di parte.

Offerte Speciali

MacBook Pro M1 pronta spedizione su Amazon

Risparmiate 410 € su MacBook Pro M1 da 512 GB: 1299 euro

Su Amazon va ancora in sconto il MacBook Pro M1. Risparmiate 410 euro per arrivare al prezzo minimo.
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial