Home Hi-Tech Android World Recensione CubeCam C90, la micro video camera che si indossa

Recensione CubeCam C90, la micro video camera che si indossa

Quando si parla di indossabili ci si riferisce sempre a orologi smart e bracciali intelligenti, o comunque a periferiche da accompagnare ad una sessione di fitness o di allenamento. Anche CubeCam C90 può rientrare nella categoria di wearable, ma questa volta si tratta di una piccola telecamera. L’abbiamo messa alla prova.

L’aspetto è quello di un piccolo quadratino, con i lati che misurano appena 4,1 cm, mentre è spessa solo 1,3 cm. Il peso è davvero irrisorio, poco più di 20 grammi, ragion per la quale si trasporta facilmente, e anche dentro la tasca di un qualsiasi pantalone nemmeno si avverte. Le sue dimensioni, e il peso estremamente contenuto, rappresentano certamente la peculiarità della camera, che si distingue da molte altre action cam, che pur piccole, risultano senza dubbio più pesanti e meno maneggevoli. Particolare di grande interesse anche la piccola clip inclusa nella confezione, che permette di “indossare” la telecamera, magari attaccandola ad una giacca. Si tratta di una piccola mollettina in plastica, che rende CubCam, a tutti gli effetti, una periferica indossabile.

kehan-cubecam4

Piccola, ma complessa nel funzionamento. O meglio, occorre dare un’attenta lettura al manuale per prendere familiarità con i numerosi pulsanti e le numerose funzioni disponibili. Sulla parte alta un pulsante di scatto, al di sotto del quale è posizionato un piccolo LED, che a seconda della colorazione e della modalità di illuminazione segnala le modalità della camera. E’ importante, anche in questo caso, conoscere il significato del LED, dato che la telecamera può essere utilizzata senza smartphone, e dunque senza un monitor che da remoto possa dare indicazioni sullo stato di registrazione della periferica.

Sul lato destro, invece, risultano posizionati i tre tasti funzioni, che permettono di accendere/spegnere la telecamera, di attivare il WiFi e di cambiare funzione, scegliendo tra foto e video. Tra le caratteristiche tecniche, la camera implementa un sensore con apertura F2.5 e un campo di visuale da ben 120 gradi. Non ha memoria integrata, ma si affida ad una tradizionale MicroSD, non inclusa nella confezione, e che può avere storage massimo di 64GB, e sempre che sia di classe 6 o superiore.

kehan-cubecam3

Come funziona

Il funzionamento di questa CubeCam è talmente tanto intuitivo che si corre il rischio, senza leggere il manuale, di non comprenderlo a pieno. Ed infatti, basta accendere la camera e non toccare null’altro per fare in modo che questa inizi a registrare immediatamente. E’ un sistema talmente tanto immediato che ci si pensa e si corre il rischio di iniziare a premere i pulsanti nella speranza di capire come avviare la registrazione, che in realtà è già in corso. In questo modo, CubeCam è sempre pronta a immortalare la scena, essendo sufficiente accenderla, per iniziare a registrare, mentre il tasto funzione “M”, svolge la funzione di arrestare la registrazione, che più intuitivamente poteva essere assegnato al tasto di scatto superiore.

kehan-cubecam6

CubeCam C90 è in grado di registrare video fino a due ore e mezza con una singola ricarica, a risoluzioni di 1920×1080, 1280x720x 640×480 utilizzando codec H.264. Purtroppo, per chi lavora con un Mac non c’è modo di riprodurre i file video *.rec di uscita, nemmeno con il Video Player disponibile al download gratuitamente sul sito ufficiale. Ad ogni modo, i video non editati, possono essere caricati su YouTube senza alcun problema. Di seguito un esempio di registrazione.

La camera offre altre diverse modalità di registrazione, oltre alla classica continua, con possibilità di Loop, Time-lapse e Slow motion. E’ dotata di microfono, quindi in grado di catturare anche i rumori ambientali, adatta dunque a funzione di video sorveglianza o live blogging.

Utilizzo con l’app

Se l’utilizzo senza app appare assolutamente intuitivo, altrettanto può dirsi anche per quello con l’applicazione. Anzitutto, svariate le modalità di collegamento tra lo smartphone, che può essere un iPhone o un terminale Android. La modalità diretta, ad esempio, consente quando si è fuori casa, o in assenza di connessione internet, di collegare il dispositivo alla camera tramite WiFi. In questo caso, però, non sarà possibile sfruttare le funzioni di live Broadcasting su Facebook o YouTube del flusso video. Per poter, invece, inviare il video in diretta sulle proprie pagine, sarà necessario collegare camera e smartphone alla stessa rete WiFi, magari quando si è in casa o in ufficio.

schermata-2016-11-04-alle-11-59-35

In quest’ultimo caso, apparirà l’opzione di Broadcast, che permette di inviare il flusso video live su Facebook, non prima di aver effettuato l’accesso con le proprie credenziali. Insomma, molto intuitivo anche l’utilizzo tramite app.

Conclusioni

CubeCam ha dalla sua le ridotte dimensioni, che la rendono una camera indossabile particolarmente discreta. Anche l’avvio della registrazione in automatico, con la semplice pressione del tasto accensione risulta una caratteristica apprezzabile, per cogliere il momento senza dover preventivamente cliccare molteplici tasti.

Costa 99 dollari sul sito ufficiale, disponibile in nero, silver, rosa e oro.

PRO

  • Compatta e leggera
  • Registrazione immediata

CONTRO

  • no MicroSD inclusa

Offerte Speciali

Super sconto su MacBook Pro 13″ 16/512 GB: risparmio da oltre 400 euro

Su Amazon è in forte sconto il nuovo MacBook Pro 13" in versione 16 GB RAM / 512 GG HD SSD. Lo pagate oltre 400 euro meno del prezzo Apple.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,835FansMi piace
93,825FollowerSegui