fbpx
Home iPhonia il mio iPhone Recensione iPhone 6 Mophie Juice Pack Plus: autonomia più che doppia e...

Recensione iPhone 6 Mophie Juice Pack Plus: autonomia più che doppia e ultra protezione

Mophie è da tempo un marchio consolidato nella produzione di custodie con batteria integrata: alle uscite dei vari modelli di iPhone è sempre seguita la corrispondente versione di cover adatta a ricaricare lo smartphone di Apple mantenendo un buon equilibrio  tra dimensioni e prestazioni.

La versione Plus di Juice Pack non fa eccezione e si abbina aò modello standard leggermente meno potente ma in grado di offrire comunque una carica di riserva che raddoppia l’autonomia del modello 6 di iPhone.

La confezione e la custodia

Aperto la curatissima confezione in cartone che indica tutti i vantaggi in termini di durata che potremmo avere nell’uso quotidiano di iPhone ci troviamo di fronte subito al nuovo modello di cover che presenta una superficie opaca e sicuramente piacevole al tatto ma che sembra molto facile da “intaccare” specialmente per chi ha mani sudate: l’aspetto finale non è sgradevole e conferisce all’insieme un aspetto vissuto e forse meno fastidioso di una superficie lucida con impronte digitali ma il prodotto appena sballato sembra già un poco usato.

All’interno della confezione troviamo la cover vera e propria articolata in due parti, il cavo di collegamento USB-MicroUSB che permetterà di reperire facilmente un cavetto da alimentatori di terze parti e un cavo di prolunga per la cuffia la cui importanza analizzeremo in seguito.

La cover dispone di un pulsante di accensione, di un bottone di “controllo” e di 4 Led bianchi che indicano le operazioni di carica e lo stato della stessa ovviamente a passi del 25%.

Nella parte superiore che rappresenta la porzione più piccola della cover (nei modelli precedenti accadeva il contrario) troviamo la classica foratura per l’accesso alla camera e al flash che qui ha una particolare forma a “cratere” visto lo spessore del rivestimento della custodia dovuto alla presenza delle celle della batteria. I pulsanti laterali sono protetti sia a destra (tasto sleep) che a sinistra (tasti volume) da tasti di rinvio mentre il tasto di mute è accessibile attraverso una finestrella.

Il microfono di iPhone ora e' collocato sul fronte
Il microfono di iPhone ora e’ collocato sul fronte

L’interno ovviamente è sagomato per accogliere iPhone e il telefono scorre nella sezione inferiore a mo’ di slitta per andare a posizionarsi sul connettore Lightining che funziona anche da “fine corsa”: rispetto ad altri modelli che abbiamo provato c’è una interessante novità che è elemento di disaccoppiamento colorato in vende che può aiutare in caso di caduta per non trasmettere direttamente l’urto al telefono.

Sul fondo interno della cover ci sono 4 piedini che permettono uno scivolamento facilitato perchè disaccoppiano il retro dello smartphone dalla superficie della cover.

Sul fondo della cover troviamo ovviamente l’accesso al connettore di ricarica che non è ovviamente lightning ma micro-USB, il profondo foro di accesso alla presa cuffia. Speaker e microfono sono invece sulla parte frontale bassa grazie ad una sezione a pipa” che aiuta ridirezionare il percorso acustico e a dare anche un leggero “boost” all’emissione sonora.

Vestiamo iPhone e ricarichiamolo

Per “indossare” la custodia e’ sufficiente far scivolare il telefono all’interno dall’alto al basso e poi posizionare la parte superiore che va a bloccarsi grazie agli incastri meccanici: si tratta di una soluzione molto più “smart” rispetto alla precedente perché tutta l’elettronica per il collegamento, la gestione dell’energia e la batteria stessa sono sul corpo principale senza necessità di contatti elettrici tra le due parti della protezione.

Come si potrà notare dalle foto la parte anteriore della cover non infossa più di tanto il telefono all’interno ma permette comunque di non mettere il vetro anteriore a contatto della superficie di appoggio quando girato sottosopra. L’iPhone 6 che abbiamo utilizzato per la prova aveva una pellicola montata che è gestita senza alcun problema perchè c’è ampio spazio sulla cornice frontale.

iPhone 6 all’interno della Mophie perde la sua caratteristica di telefono ultrasottile ma cosa guadagnamo in cambio? Sicuramente un elevato livello di protezione dalle cadute e ovviamente una autonomia prolungata che ci permetterà di utilizzarlo in continuità e con un alto sfruttamento delle sue capacità di comunicazione oltre la classica giornata di lavoro.

La versione plus assicura una seconda ricarica piena al telefono ed un 20% aggiuntivo. Noi abbiamo provato a caricare il telefono da un 20% all’80” per due volte senza ricaricare la cover e alla fine siamo arrivati a ben 3 giorni (utilizzo diurno) di autonomia del telefono. Ovviamente questo tipo di prove possono avere risultati variabili in funzione dell’utilizzazione delle radio interne ma se stiamo alle percentuali che la batteria indica si tratta di un dato affidabile.

Il vantaggio di una cover di questo genere e’ che essendo solidale con il telefono non avrete cavetti e box appesi e che allo stesso tempo potete ricarica sia la cover che il telefono ognuno per suo conto.

Potete utilizzare la connessione con cavetto microUSB anche per impianti di amplificazione in auto oppure, grazie al cavetto di prolunga anche per collegarsi ad un jack predisposto che avrebbe una sezione troppo grande per infilarsi nel foro della custodia.

L’uso in vivavoce è pienamente funzionale e il posizionamento frontale dello speaker aiuta ad avere un volume di poco superiore alle condizioni standard ma sempre utile all’interno di veicoli rumorosi.

Le dimensioni complessive aumentano ma siamo riusciti lo stesso ad infilarlo nella tasca posteriore dei jeans senza paura di curvarlo (!) grazie alla grande rigidezza che la cover conferisce all’insieme. La superficie “mattata” è in qualche modo antiscivolo ma è comunque la presenza di elementi a rilievo sui fianchi che assicura una maggior presa.

Per una protezione totale del telefono ci sentiamo di consigliare un buon proteggi schermo anche in vetro sottile.

Pro

Aggiunge l’autonomia dichiarata ad iPhone 6, protegge lo smartphone da cadute, comodo il pulsante di stand-by

Contro 

Aumenta considerevolmente le dimensioni del telefono. Prezzo un po’ elevato.

Conclusioni

Un’ottima soluzione per chi fa un uso pesante di iPhone e vuole garantirsi da sorprese nei consumi. La qualità costruttiva e le soluzioni adottate anche per la protezione da cadute sono di alto livello. I livelli di ricarica dichiarati sono pienamente corrispondenti alle prestazioni effettive e l’uso personalizzabile attraverso l’interruttore di stand-by ci permetterà di decidere come e quando usare l’energia di ricarica della batteria.

Prezzo al pubblico
Mophie Juice Pack Plus per iPhone 6 costa 119 Euro Iva compresa. Distribuzione American Dataline.

Offerte Speciali

iPad Pro 11″ 2020 da 1 TB solo 999€ (invece che 1669€)

iPad Pro 11″ 2020 da 1 TB solo 999€ (invece che 1669€)

Su Amazon iPad Pro 11" 2020 nella versione top da 1 TB scende al prezzo più basso della sua storia: 999 euro. Uno sconto del 25%
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,811FansMi piace
93,093FollowerSegui