fbpx
Home CasaVerdeSmart Recensione Kkmoon BSH10, le cuffie per sportivi che non sopportano quelle in-ear

Recensione Kkmoon BSH10, le cuffie per sportivi che non sopportano quelle in-ear

Chi fa sport, spesso si da la carica con la musica. La scelta migliore per adempire allo scopo è affidarsi ad un paio di cuffie, meglio se Bluetooth in quanto si elimina l’ingombro dei fili e certamente preferibili quelle appositamente progettate per lo scopo.

Di queste ultime, più comuni sono quelle in-ear, con alette che le stabilizzano alle orecchie. Chi però non sopporta avere la cuffietta infilata nell’orecchio ma preferisce il confort delle cuffie che semplicemente si appoggiano sopra il padiglione auricolare, può tenere in considerazione le Kkmoon BSH10 che la nostra redazione ha avuto modo di toccare con mano e mettere alla prova in queste ultime settimane che, per l’appunto, sono pensate per offrire musica e telefonate hands-free durante le attività di fitness.

Fuori dalla scatola, sono accompagnate soltanto da un cavo miniUSB per la ricarica (avremmo preferito trovare il microUSB per la sua maggiore diffusione) e da un piccolo manuale d’uso. Si presentano piegate ma, con due soli movimenti, si aprono e sono pronte all’uso. Il sistema di chiusura infatti è decisamente intuitivo, più di altri adottati in prodotti simili: non bisogna far altro che flettere di 90 gradi ciascuna asta – alla quale sono collegati i padiglioni – lungo la giuntura che le tiene fissate all’archetto per la nuca attraverso una piccola vite a croce. Ciascuna poi può essere inclinata di circa 45 gradi per adattarsi meglio alla testa dell’utente che le indossa.

I padiglioni sono di tipo sovraurale, si appoggiano quindi sopra l’orecchio anziché coprirlo totalmente: il diametro è di 5 centimetri ed hanno uno strato in gommapiuma alto circa 7 millimetri foderato di soffice pelle che si adatta alla conformazione dell’orecchio. In pratica coprono per bene l’orecchio ma non lo insonorizzano: quando spente infatti si riescono a percepire i rumori esterni, una scelta intelligente specialmente per chi decide di usarle durante una sessione di jogging all’aria aperta, magari sul ciglio della strada, in quanto basta un click per mettere in pausa la musica o terminare una chiamata e focalizzare tutta l’attenzione su ciò che accade intorno.

Tutti i controlli si trovano sul padiglione destro: un grosso tasto centrale di forma circolare, contrassegnato dal simbolo di una cornetta, permette di accettare e riagganciare (singolo click) oppure rifiutare (tenere premuto per 2 secondi) una telefonata in entrata, oltre ad avviare e mettere in pausa la riproduzione musicale. Altri due pulsanti, sulla facciata superiore, contrassegnati dai simboli + e -, permettono di regolare il volume, mentre dal lato opposto, FWD e BWD, sono utili rispettivamente per saltare alla traccia successiva o precedente. Sul bordo inferiore troviamo invece l’ingresso miniUSB, ben protetto da un tappo in gomma, utile per ricaricare le cuffie e mantenere protetta la porta da sudore e polvere quando non è in uso.

Recensione Kkmoon BSH10

La plastica è di buona qualità, lucida per i padiglioni, satinata per bracci ed archetto. Quest’ultimo è abbastanza flessibile, il che permette di adattare le cuffie a qualsiasi forma del capo che va da 9 centimetri e si estende tranquillamente fino a 18-20 centimetri. Quando indossate, sono abbastanza confortevoli: il sistema stringe quanto basta per evitare che scivolino via anche durante una corsa con conseguente sudorazione. Forse può influire sulla scelta il peso che, anche se solo di 60 grammi, alla lunga si fa sentire. Per chi, come noi, ha le orecchie abbastanza grandi, forse non sono la scelta migliore per il semplice fatto che l’orecchio potrebbe infilarsi tra il padiglione e l’archetto, creando qualche fastidio se si indossano per più di 20-30 minuti. Va molto meglio invece per chi ha orecchie più piccole che, anche dopo 2 ore consecutive, non dovrebbe segnalare alcun difetto: è questo il caso di una nostra amica a cui abbiamo prestato le Kkmoon BSH10 e che ha così potuto provare ad accompagnare le cuffie durante una intensa attività di fitness, tra allenamento con macchinari in palestra ed esercizi a corpo libero all’aria aperta.

Per quanto riguarda la qualità audio, le cuffie offrono una buona riproduzione a tutte le frequenze: perdono qualcosina ai bassi, ma per l’uso per cui sono progettate è una caratteristica di cui tener poco conto. Il volume massimo è molto alto, all’aperto permette di escludere gran parte dei rumori esterni. Per quanto riguarda le telefonate, con il telefono a 10-15 metri di distanza si riesce a comunicare con l’interlocutore senza problemi: anche con qualche rumore di sottofondo la nostra voce risulta “forte e chiara” ci dicono, mentre allontanandosi oltre i 20 metri la comunicazione va e viene. Le abbiamo ricaricate al massimo e le abbiamo dimenticate accese nel cassetto: dopo 10 giorni erano ancora cariche e ci hanno permesso di ascoltare musica per circa 4 ore prima di spegnersi del tutto. Le abbiamo ricaricate ancora, da 0% a 100% in circa 3 ore, e ci hanno garantito all’incirca 15 ore di riproduzione continuata prima di spegnersi.

Per il prezzo per cui sono proposte su Amazon, 16,93 euro, possono fare la felicità di chi non sopporta le cuffie in-ear che, se non perfettamente aderenti, possono scivolare via durante bruschi movimenti. Con le Kkmoon BSH10 potrete anche fare salti e capriole con la certezza che resteranno in posizione senza spostarsi neanche di un millimetro.

Recensione Kkmoon BSH10

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 con SSD 256 GB al minimo storico: solo 765,99 € su Amazon

In offerta con sconto di più di 50 € su Amazon il recentissimo Mac mini con processore M1: 8 core grafici e 8 core di calcolo con SSD da 256 GB per sfruttare al massimo anche macOS Big Sur.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,834FansMi piace
93,209FollowerSegui