Recensione lampada a LED Anker: luce per tutti i contesti, ricarica anche iPhone e tablet

Macitynet prova la lampada Aneker a LED, con 4 modalità di luce e cinque differenti intensità per ciascuna; un ottimo compagno da lavoro, che ricarica anche smartphone e tablet.

Anche se non un accessorio strettamente legato al mondo di smartphone, tablet o Mac, una buona lampada a LED può sicuramente essere considerata compagna ideale per lavorare in modo più confortevole al PC. Ci si aggiunga che quella in prova di Anker fornisce una presa USB con uscita 2A e ben si comprende come davvero può risultare utile anche al nostro pubblico, permettendo di caricare smartphone e tablet ad alta velocità.

Premesso, per come si dirà successivamente, che la lampada Anker offre un’illuminazione di qualità, il primo elemento su cui focalizzare l’attenzione per capire se può, o no, essere l’acquisto giusto, è la dimensione. La lampada in questione ha misure piuttosto generose, quando completamente aperta, anche se può essere ripiegata facilmente, quando non la si utilizza. Per comprendere la grandezza dell’oggetto, comunque, è possibile fare riferimento alle stesse misure riportate dal produttore: 44,7 x 18,1 x 8 cm. Si tratta, insomma, di una lampada consigliata a chi dispone di una scrivania piuttosto spaziosa e profonda.

lampada a LED Anker

La lampada offre un flusso di luminosità pari a 2 x 675lm, con potenza elettrica di 8W; è dotata, come anticipato, di un’uscita  USB 5V / 2A, per poter ricaricare smartphone e tablet a velocità piuttosto elevata. Se questo rappresenta certamente un valore aggiunto, è la qualità della luce l’elemento principale della lampada. Anzitutto offre quattro diverse modalità: normale, studio, relax e sonno. Ciascuna di queste, poi, offre 5 diversi livelli di intensità, per regolarle al meglio il fascio di luce a seconda delle proprie esigenze. Il cambiamento tra una modalità e l’altra è davvero radicale: si passa da una luce bianca e fredda, particolarmente intensa, ad altre molto più calde e rilassanti. Insomma, la lampada Anker è davvero completa, e risulterà sicuramente adatta a qualsiasi orario della giornata e a qualsiasi ambiente.

La luce che promana la lampada non crea fastidiosi riflessi, non abbaglia e può tranquillamente illuminare “a giorno” l’angolo della scrivania dove è posizionata, diffondendo una luce piuttosto forte in tutta la stanza. Non ci è possibile, per ovvi motivi, verificare la veridicità dell’aspettativa di vita della luce stimata dal produttore in più di 35000 ore, ma la qualità generale della lampada fa ben sperare anche in tal senso.

E’ quasi interamente costruita in plastica, rendendo piuttosto leggero il corpo della lampada, ma il un peso complessivo è di oltre 1,5 kg per via della base, che permette di stabilizzare l’0ggetto. Il braccio, oltre che pieghevole, è anche girevole, per poter orientare il fascio di luce in un determinato punto, così da trovare sempre la giusta angolazione. Presente anche una utilissima funzione timer, che consente con la semplice pressione di un pulsante, di far spegnere automaticamente la lampada dopo 60 minuti. Peccato non poter regolare la durata del timer, ma comunque una funzione gradita, soprattutto quando si utilizza la lampada con luce in modalità Sonno, prima di andare a dormire.

Conclusioni

Una lampada a LED ben concepita, dal design moderno e dalle ottime prestazioni. Tante le modalità di luce, ciascuna delle quali con 5 diverse intensità. Ha il pregio di poter essere richiusa quando non in funzione, oltre ad un braccio girevole per orientare la luce a proprio piacimento. La presenza di una porta USB accresce l’utilità, perché permette di ricaricare smartphone e tablet. Davvero nessun contro da rilevare, se non la dovuta precisazione delle dimensioni generose, che la rendono più adatta a scrivanie medio-grandi.

Costa 44,99 euro su Amazon e si acquista direttamente a questo indirizzo.

PRO

  • Luce a led valida
  • tante modalità differenti…
  • …con diverse intensità per ciascuna
  • presa USB per caricare smartphone e tablet
  • base robusta

CONTRO

  • nulla da riscontrare