HomeRecensioniRecensione ZHIYUN Smooth 5, un gimbal per smartphone completo

Recensione ZHIYUN Smooth 5, un gimbal per smartphone completo

Zhiyun non è nuova nel campo dei gimbal per smartphone, e Smooth 5 è l’ultimo prodotto in ordine cronologico di facile utilizzo e con tante frecce al proprio arco. Non è esattamente un gimbal estremamente portatile, ma ha un ampio numero di controlli, anche se la curva di apprendimento può essere più ripida del previsto. Ecco come è andata la nostra prova.

Unboxing

La versione di questo Zhiyun Smooth 5 in prova è quella più completa, ossia il bundle che prevede, oltre al gimbal stesso, anche una custodia per il trasporto, davvero utile considerando le dimensioni della periferica, oltre a un flash LED di riempimento e diversi filtri colorati. Ancora, in confezione una card per avvedere al servizio premium di un anno, e un centurino da polso.

Smooth 5

La borsa protettiva è ben costruita, anche se l’intero pacchetto aggiuntivo ha un costo extra di 50 dollari, che potrebbe non essere totalmente giustificato, anche se la luce di riempimento e i filtri risultano comunque interessanti e utili.

Smooth 5

In confezione è anche presente un pratico treppiede, che consentirà di piazzare il gimbal su un piano, ottimo anche per i vlogger, che potranno lasciare il gimbal in posizione su una scrivania, facendosi inquadrare automaticamente grazie alla funzione di traccino, di cui parleremo più avanti.

Primo utilizzo

Per iniziare a utilizzare il gimbal è necessario sbloccare i vari morsetti che lo tengono fisso in posizione. Un primo è sul retro: il pulsante Lock dovrà essere spostato sulla destra per liberare il gimbal, mentre il secondo cambio tiene il braccio superiore: in questo caso è sufficiente esercitare una leggera pressione per svincolarlo dalla sede. Sarà possibile alloggiare lo smartphone sul morsetto in posizione orizzontale o verticale, ma il passaggio dall’una all’altra modalità dovrà essere effettuato manualmente, non essendo possibile passare dall’una all’altra modalità in corsa.

Smooth 5

Dopo aver alloggiato lo smartphone è necessario trovare il miglior bilanciamento possibile: per farlo è sufficiente spostare il braccio superiore verso destra o sinistra, aprendo la leva presente, per poi richiuderla una volta trovata la giusta posizione. Tanto più lo smartphone sarà in equilibrio a gimbal spento, tanto meglio lavoreranno i motori, consentendo una ripresa più fluida possibile.

Smooth 5

Una volta alloggiato lo smartphone sarà sufficiente accendere il gimbal per vederlo in funzione.

Caratteristiche

Smooth 5 è un gimbal motorizzato a tre assi, con motori interni che si attivano dopo aver montato il telefono in sede, potendo scegliere di alloggiarlo in modalità portrait o landscape. Il gamba, dunque, stabilizza l’inclinazione, la panoramica e il rollio, fornendo vari controlli sul bastone, così da poter effettuare riprese senza dover toccare lo schermo dello smartphone. Per il corretto funzionamento è necessario, però, installare l’app Zy Cami, disponibile gratis in App Store e Google Play. Questa può essere quasi interamente controllata dai tasti che sono presenti sul bastone del gimbal, potendo avviare o fermare la registrazione, scattare foto, scegliere la modalità di ripresa, gestire la panoramica, lo zoom, la messa a fioco, e altro ancora. Per chi avesse la versione con luce di riempimento, è anche presente sul bastone un testo per attivarla e disattivarla.

Smooth 5

Sono davvero tanti i pulsanti present sul gimbal, e per questo la curva di apprendimento può essere un tantino più ostica del previsto. Per padroneggiare al meglio il gimbal sarà meglio dare uno sguardo al manuale di istruzioni, oltre a seguire il breve tutorial che viene proposto a schermo durante il primo avvio dell’app.

Smooth 5

Non manca, ovviamente, uno stick analogico per gestire la posizione dello smartphone e per indirizzare al meglio le riprese, mentre con il tasto modo è possibile scegliere la modalità di ripresa da utilizzate. La prima “PF” consente al gimbal di rimanere bloccato sull’asse orizzontale, mentre lo smartphone segue i movimenti del polso e consente quindi riprese con una certa libertà di movimento da sinistra a destra, e viceversa. La seconda modalità “L”, che sta per “Lock”, fissa l’obiettivo su un solo punto, impedendo tutti gli altri movimenti: in questo caso, quale che sia il movimento della mano, il telefono punterà sempre e solo su un punto prescelto.

Smooth 5

La terza modalità, indicata con la lettera “F”, è quella che consente massima libertà, perché permetterà al gimbal di muoversi sia sul piano orizzontale, che verticale, e la camera del telefono seguirà esattamente tutti i movimenti della mano e del polso. Ancora, la modalità POV, Point of View, segue tutti i movimenti del polso, ma con un movimento più delicato e fluido. Ultima, non per importanza, la modalità “V”, Vortez, dove il motore dell’asse di inclinazione ruota verso l’alto di 90 gradi mentre i motori dell’asse di inclinazione, rollio e pan seguono la rotazione del gimbal: si tratta di una modalità che potrebbe essere utile per riprese di soggetti bassi, quali ad esempio gli animali.

Smooth 5

Inoltre, sulla parte dorsale del bimgal è presente un grilletto che, se premuto, “libera” lo smartphone, e permetterà di usare lo smartphone come se non fosse inserito in un gimbal: in questo caso lo smartphone si muoverà repentinamente nella direzione inquadrato.

Smooth 5

Di particolare importanza è la grande ruota presente sulla parte sinistra del manico, che consentirà di gestire la messa a fuoco o lo zoom in modo fluido. Il tasto all’interno della ruota permette di scegliere se controllare zoom o messa a fuoco, mentre la ruota funge da spider per incrementare o diminuire lo zoom.

Smooth 5

Se, invece, si vuole attivare la modalità traccino, permettendo al gimbal di seguire in automatico un soggetto, sarà sufficiente disegnare a schermo l’area da seguire. L’opzione di traccino funziona particolarmente bene, e in diverse occasioni abbiamo provato a sfuggire all’occhio della camera, senza però riuscirvi. Si attiva davvero velocemente e risulta essere una delle modalità più intuitive che il gimbal ha da offrire.

Esperienze d’uso

Abbiamo testato questo gimbal con diversi terminali, sia iPhone, che Android. Il risultato migliore lo abbiamo ottenuto con il dispositivo iOS a bordo, nella specie un iPhone 12 mini, mentre il risultato con Android varia a seconda del terminale. Nello specifico, utilizzando un top di gamma Android, che ha già delle buone capacità di videoregistrazione, si ottengono risultati migliori.

Smooth 5

Dal canto suo il gimbal offre ottime capacità di stabilizzazione, accoglie gli smartphone in modo sicuro, e anche terminali piuttosto pesanti vengono ben gestiti senza alcuno sforzo.

Smooth 5

Il gimbal è piuttosto ingombrante, e non è tra i più leggeri e portatili, ma la borsa di trasporto inclusa nel bundle più costoso consente di metterlo facilmente in valigia o in borsa, senza rischiare di rovinarlo. Inoltre, non si tratta di un gimbal per principianti, e non è così easy to use come altri. La curva di apprendimento è piuttosto ripida, soprattutto inizialmente quando si deve familiarizzare con tutti i pulsanti e le funzioni presenti.

Smooth 5

Ad ogni modo, per mostrare il funzionamento vi lasciamo ad alcune riprese effettuate con l’ausilio di Smooth 5, così da poter valutarne direttamente il funzionamento:

Qui due panoramiche scattate con l’opzione PANO dell’app:

Recensione ZHIYUN Smooth 5, un gimbal completo Recensione ZHIYUN Smooth 5, un gimbal completo

Applicazione

L’applicazione per il corretto funzionamento del gimbal si chiama Zy Cami, disponibile gratis per iPhone e dispositivi Android. In realtà, è possibile utilizzare il gimbal anche con l’app nativa del proprio smartphone, ma in questo caso si perderanno tutti i controlli fisici posizionati sul bastone. L’app consente di registrare video fino alla risoluzione 4K a 30 fps, e include anche altri strumenti interessanti.

Smooth 5

Anzitutto, perché integra una sorta di social network in cui pubblicare i propri video, e in cui prendere visione dei video pubblicati dalla community. Questi possono dare uno spunto per utilizzare al meglio il gimbal e per la creazione di effetti particolari.

Inoltre, l’app integra un proprio editor, grazie al quale poter montare al volo i video realizzati, tagliando le varie scene, applicando una musica di sottofondo e, in generale, effettuare tutte quelle correzioni standard che ci si aspetta da un editor mobile.

Ancora, l’app offre la modalità Smart, che aiuta nella creazione automatica di clip video: è possibile scegliere un template, applicarlo, e registrare piccoli spezzone, seguendo le istruzioni a schermo. Il risultato sarà un piccolo filmato già montato, con tanto di musica di sottofondo ed effetti di ripresa particolari, con rotazioni, zoom, e altri ancora.

Inoltre, la stessa app, oltre a presentare la sezione foto e video, offre anche altri strumenti di ripresa, come l’effetto Dolly Zoom, e la sezione Time Lapse e Hyper Lapse.

Conclusioni

Smooth 5 è un buon gimbal. Solido, e con tanti pulsanti con cui poter controllare le riprese direttamente dal bastone, senza necessità di toccare il display del terminale. La curva di apprendimento è leggermente più alta di quella di altri gimbal, ma il risultato finale è piacevole. Buona la stabilizzazione, universale per quanto riguarda la possibilità di ospitare praticamente tutti gli smartphone presenti in commercio.

Smooth 5

La versione standard costa 179 euro, e potete fermarvi a questa se avete già una borsa per il trasporto, e se pensate di non avere bisogno del flash. Altrimenti, nel bundle da 229 euro, oltre allo Smooth 5 troverete anche il case di trasporto, oltre al Flash LED magnetico e ai filtri colorati di riempimento.

Molto piacevole la grande ruota per lo zoom, che permette di effettuare riprese sempre ferme e stabili, senza necessità di effettuare slide sullo schermo dello smartphone, con il rischio di far ballare le riprese.

Ottima, infine, la modalità traccino, che permette di seguire un soggetto in modo veloce e preciso: basta tracciare a schermo il contorno del soggetto da riprendere e il gioco è fatto.

PRO

  • Solido
  • Ben bilanciato
  • Praticamente Universale
  • Autonomia

CONTRO

  • Curva di apprendimento
  • Non tra i più leggeri

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 256 GB a 617 €, minimo storico con sconto del 25%!

In offerta con sconto del 25% su Amazon il più recente Mac mini con processore M1 con SSD da 256 GB. Lo pagate solo 617 €, il minimo assoluto mai visto per questo computer
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial