L’83% degli adolescenti USA ha iPhone, ancora di più ne desidera uno

iPhone è ormai considerato un prodotto maturo, ma tra gli adolescenti USA registra un doppio record. L’83% ne possiede uno, una percentuale record ancora maggiore lo vuole comprare come prossimo smartphone. Ma per l'ecosistema di Cupertino non ci sono solo buone notizie

Doppio record iPhone: l’83% degli adolescenti usa ce l’ha, ancora di più lo desiderano

Per molti analisti iPhone è ormai un prodotto maturo che difficilmente raggiungerà successi e crescita fin qui visti, ma tra gli adolescenti USA iPhone registra due nuovi record.

Infatti l’83% degli adolescenti USA possiede un modello di iPhone, mentre una percentuale addirittura superiore, ben l’86%, la più alta fin qui rilevata, ha intenzione di acquistarlo. La ricerca annuale della banca di investimenti Piper Jaffray intitolata Taking Stock With Teens è stata realizzata intervistando 8.000 studenti delle scuole superiori: l’età media degli intervistati è di 16,3 anni.

Oltre al record degli adolescenti USA che possiedono iPhone, sorprende la perncentuale in aumento di quelli che lo desiderano: era il 75% nella primavera del 2016, ed era dell’84% nella primavera del 2017.

Si tratta di una ottima notizia per l’ecosistema di Cupertino perché è molto probabile che molti di questi teenager continueranno a preferire iPhone anche una volta adulti. Ogni utente compie così il suo ingresso nell’ecosistema Apple in giovane età, preferendo accessori e servizi di Cupertino, tra cui iMessage, Apple Music, iCloud, ma anche AirPods e Apple Watch.

Questo potrebbe valere anche per i numerosi nuovi servizi marchiati Apple, presentati durante il keynote del 25 marzo, in arrivo prima negli USA e poi a seguire nei prossimi mesi anche in altri Paesi.

BOE sfida Samsung per fornire ad Apple gli schermi di iPhonePurtroppo su questo versante non ci sono solamente buone notizie per Cupertino. La stessa ricerca infatti evidenzia come il servizio di TV in streaming più gettonato in assoluto rimane ancora Netflix con una percentuale del 38%, distanziando YouTube pur essendo presente ovunque e soprattutto gratuitamente.

Il primo concorrente a pagamento è Hulu ma a grande distanza con solo il 5% delle preferenze. Il dominio dell’apripista Netflix e il grande divario dai concorrenti potrebbero significare difficoltano in vista per i servizi Apple Channels e Apple TV+ in arrivo.

Su Macitynet tutti gli articoli su iPhone sono disponibili a partire da questa pagina.