Facebook e Qualcomm sviluppano Terragraph, il Wi-Fi super veloce per le città

Terragraph

Qualcomm e Facebook annunciano la collaborazione per sviluppare Terragraph, il sistema wireless (WiGig) multi-nodo che ha l’obiettivo di portare la connettività ad alta velocità in aree densamente popolate

Qualcomm e Facebook hanno annunciato che collaboreranno per sviluppare Terragraph, il sistema wireless (WiGig) multi-nodo 60 GHz presentato due anni addietro che ha l’obiettivo di portare la connettività ad alta velocità in aree densamente popolate.

Facebook ha convenuto di utilizzare la tecnologia 60GHz di Qualcomm Technologies che sfrutta uno spettro radio non utilizzato; le due società lavoreranno con partner quali gli operatori di telefonia e produttori per diffondere l’introduzione del sistema. L’obiettivo è ottenere una soluzione wireless pronta per test che partiranno a metà del prossimo anno.

Terragraph, foto schema tecnologia Terragraph

“Con Terragraph il nostro obiettivo è consentire alle persone residenti in aree urbane di accedere a connessioni di alta qualità, in grado di creare nuove opportunità e rafforzare la coesione comunitaria” ha spiegato Yael Maguire, vice presidente responsabilità connettività per Facebook. Le aziende non hanno indicato dove verranno eseguiti i primi test, ma precedenti indiscrezioni hanno riferito di possibili prove a San Jose in California.

Terragraph, foto Prototipi nodi Terragraph
Prototipi nodi Terragraph

Parlando di Terragraph durante la F8 Developer Conference del 2016, Facebook aveva presentato questo come un sistema wireless (WiGig) multi-nodo a 60 GHz che ha l’obiettivo di portare la connettività ad alta velocità in aree densamente popolate. I “nodi” sono collocati nelle città (es. sui lampioni) con intervalli di 200-250 metri e poiché sfruttano segnali a 60 GHz (onde millimetriche) sono in grado di offrire larga capacità di banda con poche interferenze.

Il sistema, già testato nella sede di Facebook a Menlo Park, è pensato per l’esterno ma può essere collegato a edifici e abitazioni sfruttando una rete Ethernet. I test hanno evidenziato la possibilità di arrivare a 1,05 Gbps bidirezionali (2,1 Gbps di throughput) in modalità P2P fino a 250 metri di distanza.

Qualcom spiega che questo sistema di connessione è utile sia per gli operatori, sia per gli OEM e mira a migliorare la velocità, l’efficienza e la qualità della connessione internet in tutto il mondo con costi decisamente inferiori ai progetti in fibra. Qualcomm Technologies integrerà nella sua famiglia di chip QCA6438 e QCA6428 pre-802.11ay, il supporto alla tecnologia di Facebook. Questo consentirà agli OEM di realizzare soluzioni mmWave a 60 GHz usando lo spettro senza licenza di questa banda e fornendo il Fixed Wireless Access (FWA) che permetterà agli utenti delle aree urbane di accedere a connessioni broadband ad alta velocità.

“La nostra collaborazione con Facebook consentirà di portare le nostre avanzate tecnologie 11ad e pre-11ay sul mercato consentendo, così, di incrementare la penetrazione della banda larga e permettere agli operatori di ridurre le loro spese capex per l’accesso all’ultimo miglio” ha dichiarato Irvind Ghai, vice president, product management, Qualcomm Atheros, Inc., sussidiaria di Qualcomm Technologies, Inc. “il cloud controller Terragraph e l’architettura TDMA, combinate insieme alle soluzioni a velocità di collegamento 10 Gbps di Qualcomm Technologies, al basso consumo energetico e alla tecnica di attenuazione delle interferenze aiuteranno a rendere la connessione gigabit realtà”.