fbpx
Home Macity Apple History & Lifestyle Tim Berners Lee, l'inventore di Internet, e l'elogio a Steve Jobs

Tim Berners Lee, l’inventore di Internet, e l’elogio a Steve Jobs

 Tim Berners Lee riconosce la centralità del ruolo di Steve Jobs nell’invenzione del World Wide Web, che oggi festeggia il suo 25° anniversario (Macity ne parla qui). Berners Lee, che ha utilizzato un computer NeXT per materializzare il suo progetto, in un post sul suo blog personale intitolato “Steve Jobs and the actually usable computer”, il giorno dopo la morte del fondatore di Apple scrive un vero e proprio elogio a Steve Jobs, insistendo molto sul dono fatto da Steve al mondo intero “nel voler ottenere computer utilizzabili da tutti e non esasperanti”.

Il ruolo di Jobs nel progetto di Tim Berners Lee è stato concreto: il ricercatore del Cern ha utilizzato come primo Server Web il computer NeXT Cube, un computer oggi dimenticato, ma che porta le impronte digitali di un genio che ha cambiato con le sue intuizioni la storia del mondo: Steve Jobs. La macchina usata era un NeXT, prodotto quindi dall’azienda che Steve Jobs aveva generato dopo il suo burrascoso addio ad Apple. Tim Berners Lee ha in più occasioni dato merito proprio a Jobs, per avere avuto l’ossessione «del computer realmente usabile» e che questo ha dato un fondamentale contributo alla nascita di Internet e in questo post, racconta come la scelta di utilizzare NeXT non sia stata casuale.

Una scelta ragionata, quella dell’ingegnere informatico britannico, e legata alla facilità di utilizzo del computer nella programmazione del software: “Il NeXT era un computer brillante – scrive Tim Berners Lee -. Nel mio programma di posta elettronica sul mio computer NeXT ho trovato un messaggio di benvenuto di Steve, nel quale spiegava che non avevamo tra le mani un personal computer, ma un computer interpersonale. Ed era davvero così: programmare il World Wide Web è stato davvero facile su NeXT: avevo già a disposizione un software module, il text object, un editore multifont. Ho dovuto solo creare un oggetto ipertestuale e aggiungere il codice Internet. Questa è una piattaforma, qualcosa che permette di costruire evitandoti un sacco di lavoro”.

Steve Jobs Next

Offerte Speciali

Nuovo MacBook Pro 16 torna lo sconto Amazon: risparmiate più di 200€

MacBook Pro 16″ su Amazon al prezzo minimo storico: sconto di oltre 400€!

Torna lo sconto sul MacBook Pro 16". L'ultima creatura della Mela è in fortissimo sconto sia nella versione da 512 GB che nella versione da 1 TB. Risparmiate fino a oltre 400 euro
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,399FansMi piace
95,095FollowerSegui