fbpx
Home iPhonia il mio iPhone I francesi: «Il Bluetooth di Apple ostacola l'app per il Coronavirus»

I francesi: «Il Bluetooth di Apple ostacola l’app per il Coronavirus»

L’app per fermare il Coronavirus corre il rischio di non funzionare a causa del sistema con cui è implementato Bluetooth su iOS. L’allarme arriva dalla Francia dove alcuni sviluppatori di applicazioni per il contact tracing si trovano a dover affrontare una difficoltà tecnica di non poco conto per quanto riguarda l’iPhone.

In iOS – spiegano gli sviluppatori sostenuti dal Governo – le app che usano il Bluetooth  dovrebbero continuamente rimanere in primo piano e lo smartphone dovrebbe rimanere sempre attivo, con ovvie conseguenze sulla durata della batteria. Il Bluetooth si “spegno” infatti se passa un’app che passa dati in remoto va in background, una funzione di sicurezza ma che però in questa situazione diventa inutile. Tenere ininterrottamente attivo l’iPhone e consentire all’app di usare il Blueooth per monitorare la prossimità con altri dispositivi e aiutare governi e autorità sanitarie a predisporre un meccanismo che consente di sapere dove e quando siamo stati in contatto con altri smartphone e utenti che dovessero risultare positivi al COVID-19 è altrettanto impraticabile.

Cédric O, Segretario di Stato per il digitale in Francia, ha riferito di questo ostacolo davanti alla Commissione del Senato. “Abbiamo bisogno che Apple modifichi questo elemento (…), altrimenti l’applicazione europea così come è stata concepita, non sarà in grado di funzionare correttamente”e dichiarazioni riportate dal francese Public Sénat. Senza l’aiuto di Apple “qualsiasi altra soluzione che non richiede modifiche alle modalità operative [al sistema operativo, ndr] non sarebbe altro che una soluzione fai-da-te” lamenta Cédric O.

Il governo francese, riferisce iGen, ha chiesto a Apple modifiche alle modalità di funzionamento di iOS. “Ciò che chiediamo loro, e spero che risponderanno favorevolmente, ha detto Cédric O, è di apportare modifiche tecniche fondamentali in modo che gli Stati possano implementare applicazioni sanitarie che possono essere utili nella lotta contro il virus”. A quanto pare, riferisce Bloomberg, per ora Apple non avrebbe fornito alcun tipo di riscontro alle perplessità e alle richieste del governo francese limitandosi a far cenno alla iniziativa in atto con Google per la creazione della piattaforma basata su API comuni.

Tracing contatti coronavirus, il governo francese chiede a Apple di modificare le restrizioni Bluetooth su iPhone
Cédric O, il segretario di Stato francese incaricato del digitale.

La soluzione esiste ma è in fase di sviluppo: le API ad hoc che Apple e Google stanno sviluppando congiuntamente per il tracing dei contatti. Queste interfacce di programmazione che saranno integrate a basso livello nel sistema operativo da Apple e Google, dovrebbe roconsentire tecnicamente alle applicazioni di sfruttare il Bluetooth senza le attuali limitazioni e nel pieno rispetto della sicurezza e della privacy degli utenti.

Resta tuttavia da vedere se Google – e Apple in particolare – accetteranno sui rispettivi store app che usano un modello di tracking centralizzato (PEPP-PT), il modello verso il quale si stanno purtroppo muovendo vari governi, anziché il modello che prevede la memorizzazione dei dati relativi ai contatti esclusivamente sui dispositivi dei singoli cittadini. A questo indirizzo un nostro articolo con perplessità sull’app italiana in arrivo.


Tutti gli articoli di macitynet che parlano della pandemia coronavirus e degli impatti sul mondo della tecnologia, del lavoro e della scuola a distanza, oltre che sulle soluzioni per comunicare da remoto si parte da questa pagina.

Offerte Speciali

Su Amazon iPhone SE 2020 è già al prezzo più basso: 464 €

iPhone SE 2020 64GB al prezzo minimo: 414,99€

Su eBay comprate in forte sconto tutti gli iPhone SE: prezzo da 414 euro, 85 euro meno del prezzo Apple!
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,734FansMi piace
93,861FollowerSegui