fbpx
Home Macity Interviste Le App per tracciare COVID-19 già nel mirino dei pirati informatici

Le App per tracciare COVID-19 già nel mirino dei pirati informatici

Da settimane si parla di app per il contact tracing, in altre parole il tracciamento dei contatti COVID-19, app che dovrebbero rendere possibile l’utilizzo della tecnologia Bluetooth per aiutare governi e autorità sanitarie a contenere i contagi, monitorando i “contatti avuti” negli ultimi giorni e offrire la possibilità di ricevere avvisi se si siamo stati in prossimità di persone che hanno contratto il nuovo coronavirus.

Ancora prima che app di questo tipo si diffondano, i cybercriminali stanno già sfruttando il fatto che si parli di app di contact tracing per diffondere messaggi che spaventano le persone facendo credere loro di essere state in contatto con persone che hanno contratto il nuovo Coronavirus e invitandoli a visitare siti ad hoc con malware o altre trappole per estorcere denaro.

L’SMS in questione è solo l’ultima di varie tecniche che i cybercriminali hanno ideato in concomitanza della diffusione del nuovo coronavirus. Nei giorni passati sono stati individuate mail con allegati che si presentavano come documenti relativi al coronavirus, presunte istruzioni su come proteggersi dal virus e che, come è facile immaginare, altro non erano che file con trojan e worm che interferiscono con il funzionamento dei computer o delle reti di computer.

Anche in messaggi di posta elettronica con apparentemente innocue pubblicità di maschere filtranti in grado di proteggere gli utenti dal Coronavirus sono stati individuati link a siti malevoli in nessun modo collegati al prodotto pubblicizzato, con ovvia probabilità non solo di non avere quanto richiesto ma di perdere anche il denaro. I consigli sono quelli di sempre: massima attenzione e prudenza. Lo scopo dei cybercriminali è convincere l’utente a fare click su determinati link, aprire allegati dannosi e cose di questo tipo per rubare le credenziali di accesso e denaro. Siate coscienti e prestate sempre la massima attenzione prima di fornire dati a chicchessia.

L’FBI ha riferito in questi giorni che gli attacchi il cybercrimine ha intensificato notevolmente la propria attività in concomitanza della pandemia da coronavirus.

A questo indirizzo un nostro articolo su come riconoscere mail, messaggi truffa e consigli per non diventare vittime del phishing. Tutti gli articoli di macitynet dedicati alla sicurezza sono disponibili da questa pagina.

Offerte Speciali

MacBook Air 2019 vs MacBook Air 2020, specifiche a confronto

Minimo storico per MacBook Air M1 256 GB: 1037,00 €

Il portatile più ricercato della nuova ondata di Mac in offerta con uno sconto al 10% su Amazon. Tanta velocità per il nuovo MacBook Air M1
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,831FansMi piace
93,200FollowerSegui