LinkedIn a 500 milioni di utenti, ma chi lo usa davvero è la minoranza

LinkedIn ha raggiunto e superato recentemente i 500 milioni di utenti iscritti, numero significativo per il social network di Microsoft. Ma chi lo usa davvero resta deficitario

LinkedIn, di cui solo qualche giorno fa abbiamo dato conto dell’interesse che suscita a Milano, ha raggiunto un importante traguardo, più di 500 milioni di utenti secondo quanto annunciato da un post ufficiale dell’azienda sul suo blog, mostrando una crescita interessante.

La piattaforma ha superato 400 milioni di utenti verso la fine di ottobre 2015 e ha superato i 450 milioni circa nove mesi dopo. Raggiungendo i 500 milioni di membri nove mesi dopo aver superato i 450 milioni, il tasso di crescita della società è rimasto abbastanza stabile.

Detto questo, non è tutto è rose e fiori per LinkedIn: mentre le iscrizioni degli utenti al social network puntano verso l’alto, la base di utenti attivi è rimasta “seduta” a circa il 25 per cento del totale per più di un anno.

Il numero di chi usa realmente LinkedIn continuerà a crescere fino a quando l’adesione complessiva aumenterà, ma al momento la base reale di utenti attivi – che alla fine sono quelli che contano davvero – sembra fatichi ad avere un aumento percentuale. Insomma, quelli, che aderiscono al social network forse per curiosità, per poi abbandonarlo immediatamente, restano prevalenti.

Per coloro che utilizzano attivamente LinkedIn, la rete ospita circa 10 milioni di annunci di lavoro in circa nove milioni di aziende. Inoltre LinkedIn può essere un po’ più utile per le persone che vivono in determinate aree geografiche.

I londinesi, per esempio, hanno in media più collegamenti LinkedIn rispetto ai residenti di qualsiasi altra città del pianeta, seguiti da Amsterdam, San Francisco, Jakarta e la nostra Milano, mentre gli Emirati Arabi Uniti hanno più connessioni medie di qualsiasi singolo paese.