TSMC prevede in calo gli smartphone premium, tutti pensano a iPhone X

TSMC

Per il 2018 il costruttore unico dei processori Apple Ax prevede spedizioni in calo per gli smartphone premium. I dirigenti assicurano che la società continuerà a crescere grazie ai terminali di fascia medio bassa e anche grazie alle criptovalute

[banner]…[/banner]

Quest’anno le spedizioni di smartphone premium caleranno, ma il settore potrà contare su una crescita sostenuta dei terminali di fascia media e bassa. La previsione potrebbe allarmare i costruttori che hanno a listino smartphone top di gamma inoltre, essendo formulata da TSMC, numerosi osservatori non hanno mancato di tracciare collegamenti con Apple.

Infatti già da alcune generazioni di iPhone, TSMC è il costruttore unico ingaggiato da Cupertino per realizzare i processori Apple Ax impiegati in iPhone, iPad e Apple TV, incluso il modello Apple A11 di iPhone 8 e iPhone X. Sembra che TSMC abbia già ottenuto un contratto in esclusiva da Cupertino per la produzione del chip Apple A12 per gli iPhone 2018.

chip a 10nm
La previsione è stata annunciata da C.C. Wei, co-CEO di TSMC durante la presentazione dei risultati finanziari del quarto trimestre «In termini di unità spedite, gli smartphone premium diminuiranno per quest’anno. Gli smartphone di fascia medio-bassa aumenteranno di diversi punti percentuali. Per TSMC, le entrate complessive dei wafer per i telefoni cellulari rimarranno invariate rispetto al 2017», come riporta Nikkei Asian Review. Naturalmente il dirigente non precisa marchi e modelli che potrebbero essere interessati dal calo previsto.

smartphone premium - foto iPhone 8 e iPhone X
Ma anche se gli ordinativi Apple rappresentano una importante fetta del fatturato di TSMC, occorre rilevare che la società costruisce processori per Qualcomm e anche per diversi altri marchi, così il calo previsto per i terminali premium, potrà essere compensato con le vendite di processori destinati a terminali di fascia medio bassa. Le previsioni complessive rimangono così positive: per il 2018 TSMC prevede una crescita compresa tra il 10-15% trainata dai chip per l’intelligenza artificiale e anche per il mining delle criptovalute in forte crescita.

Per quanto riguarda invece le vendite effettive di iPhone nel trimestre più importante dell’anno per l’elettronica di consumo, occorre attendere il primo febbraio, quando Cupertino annuncerà i risultati finanziari degli ultimi tre mesi del 2017. Le linee guida di Apple anticipano un trimestre con vendite e fatturato record.