Vine tenta il rilancio con Byte, un nuovo social per video ultracorti

Vine tenta il rilancio con Byte, un nuovo anti Tik-Tok

Vine, la piattaforma gratuita che permetteva agli utenti di creare mini-video di sei secondi e condividerli sui servizi di social network, torna e ha un nuovo nome: “Byte”.

Il nuovo nome era stato annunciato lo scorso anno da Vine Dom Hofmann, co-creatore di Vine; a due anni dalla chiusura di quest’ultimo perché Twitter aveva deciso di serrare la saracinesca, è disponibile l’app per iOS e Android del successore, e anche questa permette di creare video brevi (sempre sei secondi) da riprodurre in loop.

L’interfaccia della nuova app – sulla strega di TikTok – permette di scorrere i video uno dopo l’altro, scrollando dall’alto verso il basso.

A questo indirizzo le linee guida ufficiali di Byte e qui l’informativa relativa alla privacy.  Dom Hofmann ha promesso anche l’arrivo in futuro di un programma partner per il pagamento dei creatori di contenuti. È possibile iscriversi alla piattaforma usando il proprio account Google o l’ID Apple.

Byte riuscirà a farsi notare nell’affollatissimo spazio dei servizi per la condivisione dei mini-video? Vincere in questo settore non è semplice con competitor come TikTok, Instagram, Snapchat e altri ancora, diffusi e popolari fra i più giovani.

La versione per iOS “pesa” 50,8MB, riichiede iOS 11.1 o versioni successive ed è compatibile con iPhone, iPad e iPod touch; la versione per Android richiede un dispositivo con sistema operativo in versione 5.1 o successiva.

Articolo precedenteGalaxy S20+ e Ultra già fotografati accanto a Galaxy Buds+
Articolo successivoInduzione e alimentazione wireless oggi sposi in cucina con KI cordless: la demo al CES 2020