Adobe: disponibile Flash Player 16

Disponibile la nuova versione Flash Player 16. Le varianti incluse di serie in Chrome e quella gestita dal browser Opera d’ora in poi supporteranno l’architettura PPAPI, più sicura ed efficiente

Adobe, aggiornamenti per Flash Player 10.x e 11.x

Adobe ha rilasciato Flash Player 16, più precisamente la nuova versione è indicata con il progressivo 16.0.0.235. Come sempre la software house spiega che l’aggiornamento include miglioramenti all’usabilità e alla sicurezza, nonché nuove funzioni per gli sviluppatori. Dal punto di vista tecnico, il player ora è disponibile in due varianti: una tradizionale basata sull’architettura NPAPI (che risale ai tempi di Netscape) e l’altra basata su pepper API (PPAPI), architettura più sicura ed efficiente sviluppata da Google per eseguire i plug-in in Chrome.

Dal prossimo mese Chrome bloccherà tutti i plug-in NPAPI, inclusi Java e Silverlight. Chrome non è interessato al problema giacché il player è integrato nella variante PPAPI già da mesi nel browser di Google. La nuova release Flash Player 16 è utile per gli utenti dei browser che non integrano il player di serie come ad esempio Chromium e Opera.

Se il Flash Player è già presente nel vostro sistema è possibile aggiornarlo selezionando dalle Preferenze di Sistema la voce “Flash Player” e da qui portandosi nella sezione “Avanzate” e scegliendo “Verifica ora” nella sezione “Aggiornamenti”. In alternativa l’installer del nuovo pacchetto può essere scaricato da qui.

NPAPI (o Netscape Plugin Application Programming Interface) è un’architettura multipiattaforma per i plugin sfruttata da molti browser; sviluppata inizialmente per Netscape Navigator 2, è stata implementata in seguito in altri browser wevb, tra cui Firefox, Safari, Opera, Konqueror ed alcune versioni di Internet Explorer. Nell’agosto del 2009 Google ha pubblicato un progetto chiamato Pepper Plugin API (PPAPI), con “modifiche alla struttura NPAPI per rendere i plugin più sicuri”.  Il browser open source di Google, Chromium, è l’unico browser che supporta il nuovo modello di plugin PPAPI; anche Opera ha annuncito che nel suo browser dalla versione 27 in poi passerà da NPAPI to PPAPI. La vecchia architettura continua a essere usata da Safari e Firefox.

PlayerFladh16