In assenza di una app iliad per iPhone, I Miei Consumi risolve il problema

L’app iliad si fa desiderare, I Miei Consumi risolve il problema

Il nuovo operatore non ha ancora rilasciato l’ app iliad ufficiale per iPhone: a risolvere il problema arriva l’app gratuita I Miei Consumi con un occhio di riguardo alla sicurezza dei dati utente e nuove funzioni in arrivo

Il numero degli utenti iliad aumenta a ritmi sostenuti ma il nuovo operatore non ha ancora rilasciato l’app iliad ufficiale per iPhone: a colmare la lacuna ci ha pensato lo sviluppatore italiano Carmine Rumma con l’app I Miei Consumi gratis per iPhone.

Con una offerta che include ben 30 GB di dati al mese, più chiamate e SMS illimitati a solo 5,99 euro al mese, non sorprende che sempre più persone decidano di provare ad abbonarsi al nuovo operatore che promette anche una serie di servizi e funzioni incluse nel piano, che spesso gli altri operatori propongono a pagamento, spesso senza nemmeno che l’utente le abbia richieste.

Una volta installata l’app I Mei Consumi sul proprio iPhone gli utenti iliad possono verificare tutte le principali soglie e i dettagli del proprio piano senza dover accedere al sito web e all’area personale.
L’app iliad si fa desiderare, I Miei Consumi risolve il problemaNella prima schermata di avvio, dopo aver mostrato il logo dell’app, il software richiede l’inserimento di nome utente e password, gli stessi che utilizziamo per accedere all’area personale sul sito web iliad. Da questo momento in poi potremo avere sempre sottocchio tutte le soglie e i dettagli del nostro abbonamento con un solo tap sullo schermo.

Anche se l’ app iliad ufficiale non è ancora disponibile le funzioni offerte da I Miei Consumi permettono di non sentirne troppo la mancanza. All’interno dell’app infatti vengono visualizzati il traffico dati effettuato e quello ancora disponibile, il traffico voce, il numero degli SMS e MMS inviati infine anche il credito residuo.
L’app iliad si fa desiderare, I Miei Consumi risolve il problemaNel mondo Android e su Google Play Store abbondano app iliad non ufficiali, per alcune delle quali sono emersi anche dubbi circa sicurezza e riservatezza dei dati utente. Interpellato da Macitynet sulla questione lo sviluppatore Carmine Rumma assicura che la sua app per iPhone tutela questi aspetti fondamentale.

«L’app è composta, oltre che dalla parte FrontEnd che gli utenti vedono scaricando l’app,
da un Layer intermedio che mette in comunicazione l’interfaccia utente con i server di Iliad.
La trasmissione tramite questi tre nodi avviene attraverso protocollo sicuro SSL».

Non solo, Carmine precisa che nome utente e password rimangono sempre e comunque solo all’interno dell’app «Il Layer intermedio non memorizza in alcun modo i dati dell’utente: restano unicamente memorizzati nell’app per evitare di richiederli all’utente ad ogni accesso».

L’app iliad si fa desiderare, I Miei Consumi risolve il problemaL’app I Miei Consumi offre anche un widget che mostra il riepilogo con tutte le informazioni più importanti, utile per avere il quadro completo della situazione con un solo colpo d’occhio, senza dover nemmeno aprire l’app.

Lo sviluppatore assicura che a breve saranno rilasciate nuove funzionalità, incluso l’elenco dettagliato delle chiamate e un sistema di promemoria per avvisare l’utente di effettuare la ricarica prima della scadenza, quando il credito è insufficiente. Dopo la versione per iPhone I Miei Consumi arriverà anche su Android con una versione ad hoc in fase di sviluppo.

Per chi preferisce non scaricare una app dedicata ricordiamo che è possibile creare un collegamento diretto nella schermata Home al sito web iliad.

L’app I Miei Consumi si scarica gratis da App Store.