Più chiarezza negli Apple Store: ora mettono a confronto gli iPhone

Nuove modalità di esposizione per iPhone e Apple Watch in alcuni store di Apple. Cartellini con alcune specifiche e app dedicate che mostrano dettagli sui dispositivi stessi.

Pericolo cimici dei letti all’Apple Store sulla Quinta strada a New York

Apple sembra stia cercando di migliorare l’impatto in termini di incoraggiamento alla vendita dei suoi negozi. È questo quel che si può pensare apprendendo da 9to5 Mac dei cambiamenti in corso in alcuni store americani. Dopo la partenza definitiva di Angela Ahrendts che ha guidato i negozi Apple (non senza qualche critica finale), sembra che ora Cupertino stia cercando di eliminare alcune leziosità orientate soprattutto all’estetica, per puntare alla chiarezza.

Uno degli aspetti di novità più evidenti è l’apparizione di nuovi cartellini di prezzo. In negozi particolarmente affollati gli iPhone erano tipicamente dispostiti con file di nuovi dispositivi raggruppati per modelli. Ora le specifiche per ogni dispositivo quali capacità, colori e possibili opzioni sono presentate con indicazioni mostrate grazie all’app Pricing eseguita sui dispositivi stessi. Nuove indicazioni sono visibili a fianco dei dispositivi con i tavoli che mostrano affiancati iPhone XS, XS Max e XR, evidenziando un breve elenco di specifiche e prezzi. In pratica i telefoni sono messi uno accanto all’altro

Apple espone con nuove modalità i dispositivi nei suoi Store

Foto scattate nello store a Union Square di San Francisco evidenziano cartellini sempre visibili e dispositivi che è possibile provare da soli con facilità, riducendo il lavoro del personale che si tra il più delle volte a rispondere a domande sulle differenze tra i vari dispositivi esposti. Le indicazioni in questione non sono ancora state predisposte in tutti gli store e nel negozio di Union Square al momento appaiono sui tavoli dedicati agli iPhone.

In alcuni store sono stati notati cambiamenti relativi al merchandising dedicato all’Apple Watch, con i tavoli ripensati per semplificare la possibilità di conoscere e provare ad esempio i vari cinturini disponibili. Molti Apple Store al momento offrono due tavoli predisposti per mostrare gli Apple Watch; il primo mostra gli orologi esposti in vetrine non accessibili; sul secondo sono presenti dei tappetini in pelle che consentono di provare cinturini di vario tipo. Lo scorso autunno in alcuni negozi le vetrinette di plastica sono state sostituite con supporti in legno su tavoli che ospitano due file di Apple Watch.

Nel Visitor Center dell’Apple Park, i contenitori su piano in vetro usati in precedenza sono stati sostituiti con righe di piedistalli alla portata degli utenti. Gli orologi sono liberamente rimovibili dallo stand e ora possono essere provati dai clienti. Queste e altre modifiche sono ovviamente pensate per migliorare la cosiddetta “customer experience”. Apple, come altre aziende, conosce l’importanza di creare e coltivare relazioni con i clienti, entrare in sintonia con i loro gusti, desideri e conquistare la loro fiducia. Il successo spesso deriva da scelte anche piccole, in grado di migliore l’esperienza di acquito e il coinvolgimento dei consumatori.