Apple rilascia OS X Server 2.2.1

Apple ha aggiornato la versione Server di Mountain Lion. Corretta una vulnerabilità riguardante Ruby On Rails. . OS X Server 2.2.1, che costa 17,99 €, si può scaricare dal Mac App Store.

Apple ha rilasciato OS X Server 2.2.1 di Mountain Lion, tuttavia l’update non introduce nuove funzioni perchè le note che accompagnano quest’ultima versione coincidono con quelle di OS X 2.2 reso disponibile il 7 dicembre scorso, come si nota qui.

Probabilmente, visto anche il numero di versione “minore”, si tratta di un aggiornamento per risovere qualche problema causato dalla precedente release, sebbene fino adesso non vi siano state segnalazioni di bug o difficoltà di altro genere da parte degli utenti.

Le novita è i bugfix elencati nelle note di rilascio sono le seguenti:

– Server di cache per il download accelerato di software distribuiti da Apple attraverso Mac App Store.
– Monitoraggio del servizio Time Machine dei computer per i quali è stato eseguito il backup, della data dell’ultimo backup e delle dimensioni del backup.
– Supporto Server Wiki per MacBook Pro con schermo Retina.
– Risoluzione di un problema relativo all’eliminazione di app caricate in Gestore profilo.
– Possibilità di utilizzare i gruppi Active Directory da Gestore profilo.
– Interfaccia di gestione dei certificati centralizzata.
– Risoluzione di problemi di configurazione dovuti a un errore SSL.
– Correzioni per l’aggiornamento da Lion Server.

Come di consueto, l’update può essere scaricato direttamente da Aggiornamento Software. È richiesto OS X 10.8.2 Mountain Lion. OS X Server costa 17,99 €.

Aggiornamento: l’update risolve un problema di sicurezza riguardante Ruby On Rails. Individuato qualche giorno addietro, la vulnerabilità poteva consentire, in particolari casi, l’esecuzione da parte di terze parti di codice dannoso in remoto. Il modulo Server integra una versione dedicata di Ruby On Rails. L’update è consigliato a tutti gli utenti.