Apple potenzierà Siri per competere con Samsung e Android

Nei prossimi smartphone design e specifiche tecniche tp non saranno le uniche armi vincenti. Secondo le anticipazioni Apple si prepara potenziando Siri per dare filo da torcere a Samsung e Android

L’arma vincente per la prossima generazione di smartphone, al di là delle caratteristiche tecniche, potrebbe essere l’assistente vocale. Si pensa che Samsung si stia dando da fare per migliorare questo aspetto su Galaxy S8, dove dovrebbe fare apparizione Bixby, una nuova funzione basata sulla Intelligenza Artificiale pronta ad aiutare gli utenti anche all’interno delle app. Anche Apple, stando all’ultimo rapporto diffuso da macrumors, potrebbe decidere di potenziare Siri sui prossimi iPhone.

Non è chiaro se le migliorie potranno registrarsi già su iPhone 2017, o se sarà necessario attendere il prossimo anno. Inoltre, i primi rapporti non specificano esattamente in cosa Apple potrebbe decidere di migliorare Siri. Si ipotizza, però, che potrebbe essere in grado di rispondere a maggiori domande poste dagli utenti, o anche semplicemente offrire una migliore comprensione.

La mossa per Apple è quasi obbligata, considerando che i principali competitor si stanno attrezzando in tal senso. Oltre al già citato assistente Samsung, Google sta sviluppando Assistant, mentre è ormai noto Alexa, assistente Amazon che sta prendendo piede su alcuni altoparlanti smart per la casa proposti da altri costruttori, oltre che nelle auto. In utltimo anche Cortana di Microsoft, che stando alle ultime indiscrezioni prepara una trasformazione radicale grazie a Home Hub.

Che la direzione prossima di Apple sia quella di migliorare Siri è verosimile anche in virtù delle ultime acquisizioni della Mela, che ha acquistato la startup Turi, con base in Australia, nota nel settore dell’apprendimento per le intelligenze artificiali.

Insomma, al di là del design dei prossimi smartphone, che stanno via via tendendo ad un pannello frontale quasi interamente ricoperto dallo schermo, sembra che saranno gli assistenti vocali a giocare un ruolo sempre più fondamentale sul palcoscenico per differenziare e rendere più allettanti i nuovi terminali in arrivo. App e funzioni basati sulla intelligenza artificiale a bordo di smartphone e tablet, ma anche in uso in altoparlanti per la casa, diventano risorsa fondamentale, utile per semplificare l’accesso a molteplici funzioni, in grado di soddisfare molte richieste dell’utente.

Resta da vedere, allora, se il “nuovo” Siri sarà partorito già a settembre prossimo, magari al fianco di iPhone 8 e di iOS 11.

siri migliorato