HomeMacityFinanza e MercatoPer Apple scatta la seconda accusa di pratiche anti sindacali

Per Apple scatta la seconda accusa di pratiche anti sindacali

I Communications Workers of America hanno presentato una seconda accusa (qui la prima) di condotta anti sindacale contro Apple questa settimana. Questa volta, il sindacato sta accusando il gigante tecnologico di violare più leggi federali nel suo negozio di punta del World Trade Center. La denuncia sostiene che Apple ha interrogato i lavoratori del negozio del WTC in merito alle loro “attività concertate protette”.

Apple avrebbe anche monitorato tali attività, o almeno avrebbe fatto credere ai dipendenti di essere monitorati. Sulla base del deposito del gruppo, i fatti sono accaduti intorno al 3 maggio scorso.

Il gruppo ha affermato che Apple “ha implementato illegalmente” una regola nel negozio che vieta ai dipendenti di pubblicare volantini sindacali nelle aree di lavoro durante le pause. Inoltre, lo stesso gruppo sta accusando il gigante tecnologico di tenere sedute scoraggiare i lavoratori dal sindacalizzarsi.

Bozza automatica

All’inizio di quest’anno, i lavoratori dell’Apple Store negli Stati Uniti hanno iniziato a pianificare di sindacalizzarsi nel tentativo di convincere l’azienda ad aumentare la loro retribuzione, che sostengono non stia tenendo il passo con il costo della vita. Secondo quanto riferito, Apple ha assunto lo studio legale antisindacale Littler Mendelson, che conta Starbucks e McDonald’s come clienti, in risposta ai tentativi dei lavoratori di organizzarsi in gruppi sindacali.

Secondo un rapporto di Motherboard, l’azienda ha anche iniziato ad “armare” i suoi Store manager con direttive, argomenti e punti di discussione anti sindacali. Apparentemente sono stati istruiti per dire ai dipendenti che potevano perdere opportunità di carriera, così come tempo libero personale e flessibilità lavorativa, nel caso in cui gli stessi avessero scelto di unirsi a un sindacato.

Si tratta dell’ennesima denuncia contro Apple, dopo quella delle scorse ore in cui i dipendenti Apple al dettaglio di Atlanta hanno accusano la società di violare il National Labor Relations Act, tenendo sedute per contrastare una campagna sindacale in corso.

Offerte Speciali

Tim Cook prevede difficoltà di approvvigionamento di iMac e iPad

Amazon sconta del 22% l’iMac “top”, risparmio di quasi 400 €

iMac M1 CPU 8 core e GPU 8 core al prezzo minimo. Risparmio di 370 € grazie ad un ribasso del 22%
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

Iguida

Faq e Tutorial