fbpx
Home Macity Futuroscopio Apple studia porte USB e Thunderbolt con caratteristiche esclusive

Apple studia porte USB e Thunderbolt con caratteristiche esclusive

Appleinsider ha scovato un brevetto Apple registrato presso l’U.S. Patent and Trademark Office il cui titolo è “Super-Thin USB Connector Receptacle Housings having Reduced-Wear Finger Contacts” e nel quale sono riportati vari esempi di come comuni porte per computer possono essere corrette e migliorate. Gli esempi illustrati prevedono l’uso di cupole, cilindri, sfere e altre strutture a contatto. Le idee riportate consentirebbero in sostanza di ridurre i graffi, impedire il collegamento erroneo dei cavi e limitare le sollecitazioni. Quanto pensato dagli ingegneri Apple permetterebbe anche di ridurre le dimensioni dei connettori, ampliando in automatico questi ultimi quando questi sono inseriti all’interno del connettore femmina USB o Thunderbolt, un sistema che consentirebbe di realizzare dispositivi e notebook ancora più sottili.

I brevetti proposti tengono conto anche dell’aspetto estetico delle porte e di come queste si presentano sul Mac. In un esempio la società mostra porte composte con gli stessi materiali, colori e texture dei dispositivi collegati, ottenendo un effetto piacevole da vedersi e con la sensazione di una soluzione di continuità.  Nella domanda di brevetto, Apple fa notare che le tecniche menzionate possono essere sfruttate con tutte le porte dei computer, menzionando in particolare USB, FireWire e Thunderbolt. L’illustrazione allegata al brevetto mostra una Mini DisplayPort con lo stesso form factor usato nel nuovo standard ad alta velocità Thunderbolt.

Nelle tipiche porte presenti su un computer, il telaio in metallo è stampato in modo da contenere e mostrare i contatti all’interno permettendo la connessione elettrica quando una spina è inserita. “Tuttavia, questi contatti possono presentare spigoli o sbavature nel processo di stampaggio” si legge nella domanda. “I bordi o le sbavature possono dopo molti inserimenti graffiare o consumare la presa del connettore”. Apple nota come sarebbe auspicabile far sentire uno scatto o implementare qualche meccanismo che fornisca la sensazione di aver inserito correttamente il connettore nel computer, un feedback meccanico che consente agli utenti di avere la sicurezza che il connettore è inserito in modo appropriato. Nella domanda si menziona anche il fatto che i connettori femmina come le porte USB sono spesso costruiti con materiali differenti e il risultato è un’attaccatura poco attraente e che diventa ancora meno piacevole da vedere con l’uso continuo di dispositivi. Il progetto in questione sarebbe una prosecuzione di un brevetto già in parte registrato a metà agosto del 2010. Nei credit si citano diversi dipendenti Apple, inclusi Zheng Gao, John Raff, Bartley K. Andre, Laura Deforest, Greg Springer, Min Chul Kim e Joshua Funamura. 


[A cura di Mauro Notarianni]

Offerte Speciali

Sconto su Beats Pill+, lo speaker secondo Apple: 129 €

Su Amazon Beats Pill+, un eccellente speaker da tavolo prodotto da Apple, è in forte sconto. Lo pagate solo 129 euro invece che 199
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,429FansMi piace
95,254FollowerSegui