fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Apple potrebbe pagare cara la sentenza sui brevetti FaceTime contro VirnetX

Apple potrebbe pagare cara la sentenza sui brevetti FaceTime contro VirnetX

Non passa giorno senza che Apple venga coinvolta in qualche causa da combattere tra i banchi dei tribunali: quella che vi raccontiamo oggi risale addirittura al 2012, e ha ad oggetto la vertenza contro VirnetX, che tempo addietro chiese (e ottenne) al Giudice di accertare in capo ad Apple la violazione di alcuni brevetti FaceTime. Oggi si scopre che alla compagnia della Mela potrebbe davvero costare cara, sempre che il Giudice accolga la richiesta di interessi.

Nel lontano 2012 Apple perse la causa per brevetti FaceTime detenuti da VirnetX. In queste ore Bloomberg riferisce che la sanzione da pagare per la violazione potrebbe aumentare fino a oltre 1 miliardo di dollari nel caso in cui il giudice federale del Texas accolga la richiesta di interessi aggiuntivi e pagamenti di royalty avanzati dalla società.

VirnetX ha chiesto al giudice distrettuale degli Stati Uniti Robert W. Schroeder III di aggiungere almeno 116 milioni di dollari di interessi ai 503 milioni assegnati dai giurati a ottobre dopo aver condannato Apple per violazione di due brevetti relativi alle comunicazioni sicure in diversi modelli di iPhone, iPad e iPod Touch.

apple VirnetX

VirnetX che ricordiamo ha sede in Nevada, ha anche richiesto al giudice di assegnare 84 centesimi di royalty – il tasso determinato dalla giuria – su ciascuna unità venduta in futuro in violazione dei brevetti, inclusi modelli simili che non sono stati inclusi nel contenzioso. La royalty si applicherebbe ai modelli in cui Apple include una funzionalità di rete privata virtuale.

Apple ha esortato il Giudice Schroeder a ridimensionare il verdetto della giuria di ottobre di oltre il 75%, portandolo così a 113 milioni di dollari, sostenendo che i giurati avrebbero dovuto essere informati che i due brevetti di VirnetX erano stati invalidati dall’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti.

Anche Apple non è d’accordo con i calcoli dei danni effettuato da VirnetX, e ha affermato che la royalty sulle vendite future dovrebbe essere ridotta a soli 19 centesimi per unità. Schroeder ha dichiarato agli avvocati in un’audizione condotta in video lo scorso giovedì a Tyler, in Texas, che emetterà una sentenza “in un futuro non troppo lontano”.

Vi terremo aggiornati, ma per prendere visione di tutti gli elementi della controversia vi rimandiamo a questo nostro articolo. Tutte le notizie di macitynet che parlano di Finanza e Mercato sono disponibili ai rispettivi collegamenti.

Offerte Speciali

iPad Pro 11″ 256 GB scontato su Amazon: 949 €

iPad Pro 11″ 1 TB GB , minimo storico: 1018 euro

Su Amazon iPad Pro torna al prezzo minimo nella sua versione da 1TB GB cellular con schermo da 11 pollici. Lo pagate solo 1018 euro, quasi il 25% in meno del prezzo di listino
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,883FansMi piace
93,611FollowerSegui