Nuova Apple Keyboard Folio per iPad Pro 2018, presa di contatto e prime impressioni

Nuova Apple Keyboard Folio per iPad Pro 2018, presa di contatto e prime impressioni

Assieme al nuovo tablet di Apple è arrivata anche la Smart Keyboard Folio di nuova generazione. Che è una ottima novità, dal momento che adesso è tornata a coprire anche il dietro del tablet

Ci sono state sino a questo momento due generazioni di Smart Keyboard (che non si chiamavano “Folio” come questa) di Apple per iPad Pro. La prima, parecchio spessa, avvolgeva il davanti ma non il retro di iPad Pro 9.7. Per questo secondo lato però c’era la cover posteriore (venduta a parte e compatibile), che di fatto proteggeva l’iPad da tutti i possibili colpi.

E poi si apriva con la consueta modalità origami per dare forma al supporto in verità piuttosto ballerino e monoposizione del tablet in fase di scrittura. Il connettore dati+energia veniva tenuto in posizione da una coppia di magneti messi nella trincea all’interno della quale rimaneva incastrata la tastiera. Il meccanismo era stabile ma non moltissimo.

La seconda generazione per iPad 10.5 invece ha coinciso con l’eliminazione da parte di Apple della cover di protezione posteriore, trasformando l’iPad in uno strumento molto protetto dal lato del vetro ma più vulnerabile dal lato posteriore. Con la terza generazione compatibile sia con iPad Pro 2018 da 11″ e (con ovviamente un differente modello) per iPad Pro 2018 da 12,9″, Apple ha fatto una manovra diversa e ha introdotto una cover, chiamata Folio, che aggiunge il lato B.

Nuova Apple Keyboard Folio per iPad Pro 2018, presa di contatto e prime impressioni

Abbiamo scartato con una certa ansia la cover dalla scatola non appena arrivata in redazione perché sappiamo che, se uno investe i 199 euro necessari ad acquistarla, poi ha bisogno che sia davvero efficiente ed efficace.

Cambia in questo modello la posizione dei magneti, che adesso vanno a coprire tutto il lato posteriore dell’iPad Pro. Il nuovo meccanismo di aggancio è molto più netto e pulito. Cambia anche la modalità di apertura, che adesso avviene con uno snodo che non mette il lato interno della cover a contatto con il tavolo. Questo è possibile solo utilizzando anche un lato posteriore che si “sdoppia”, un po’ come fa il Surface Pro, solo che per quei quattro centimetri in cui la cover si stacca fisicamente dal dietro delliPad viene nuovamente esposta la parte di metallo dell’apparecchio.

Inoltre, Apple ha introdotto due trincee, che permettono di agganciare l’iPad Pro in due posizioni, una più inclinata (ideale per la scrittura) e una più verticale, utile per disegnare o per visionare del video. L’alimentazione e il passaggio dei dati avvengono tramite lo stesso tipo di connettore smart messo però in una differente posizione: non più sul bordo ma sul lato posteriore dell’apparecchio. Questo “uccide” non solo la compatibilità con la vecchia Smart Cover, ma anche con tutti gli accessori di terze parti pensati per gli iPad precedenti alla generazione Pro 2018.

Nuova Apple Keyboard Folio per iPad Pro 2018, presa di contatto e prime impressioni

La tastiera intesa come insieme di tasti per la scrittura si presenta poi identica alla versione da 10.5 pollici perché non cambia la dimensione fisica dell’apparecchio. Non sappiamo se sia lo stesso per il modello da 12,9 pollici, perché il nuovo iPad Pro “grosso” è più piccolo del vecchio iPad Pro.

Sul funzionamento dei tasti rimangono due punti forti da sottolineare. Il primo è che i tasti sono apparentemente identici ai vecchi: stessa piacevole corsa, magari affaticano se si scrive a lungo ma non sono affatto male anche nella versione leggermente compressa della tastiera per iPad Pro 11. Invece, manca ancora la retro illuminazione.

Piacevole il fatto che i tasti siano sostanzialmente impermeabili (sono coperti da un tessuto misto kevlar) ma questo non aiuta se si deve lavorare con luminosità molto bassa. Forse le cose migliorano leggermente mettendo iPad Pro nella trincea più arretrata perché lo mette in posizione più verticale e quindi capace di illuminare di più i tasti.

Altro difetto che avevamo riscontrato in entrambe le generazioni di tastiere smart è la scoloritura di alcuni tasti con l’uso. Vedreno con il tempo se accade anche con questa nuova generazione (occorrono un paio di mesi di utilizzo medio-intenso).

L’iPad Pro appare ben saldo quando lo si aggancia alla nuova tastiera e anche utilizzandolo sulle ginocchia non sembra più un problema. L’aggancio regge bene e offre quella stabilità che permette di considerarlo un passo più vicino rispetto a un laptop tradizionale.

Sul fatto che poi possa effettivamente sostituirlo, dobbiamo vedere innanzitutto come entra in gioco la USB-C (che apre la strada a molti accessori e periferiche) ma anche alle prossime versioni di iOS. Occorrerà del tempo per fare queste valutazioni, ma qui su Macity avrete modo di leggere tutte le nostre prove e valutazioni al riguardo.

La nuova cover con tastiera per iPad Pro 2018 11″ si compra a 199 euro su Apple Store; qui invece quella per iPad Pro 2018 12,9″ a 219 euro. Per il precedente iPad Pro 10,5” è disponibile da questa pagina di Apple Store online a 189 euro.

Per tutto quello che c’è da sapere sui nuovi iPad Pro 2018 rimandiamo a questo articolo di Macitynet.