Apple non tratta con Qualcomm e si prepara allo scontro in tribunale

Apple non tratta con Qualcomm e si prepara allo scontro in tribunale

La disputa legale tra Apple e Qualcomm continua: secondo un rapporto di Reuters, Cupertino non ha alcuna intenzione di scendere a patti con Qualcomm e si prepara per il processo

Apple non tratta con Qualcomm: tra le due multinazione non ci sono discussioni in corso, a nessun livello. La notizia di oggi – Qualcomm è obbligata a concedere in licenza alcune delle sue tecnologie per chip modem a rivali – non ha cambiato le intenzioni di Apple. I problemi tra Apple e Qualcomm riguardano la collaborazione di Cupertino con Intel e questioni legate alle forniture dei chip modem per iPhone e iPad, ma la sentenza del tribunale USA nei confronti di Qualcomm è ininfluente per Apple, che non scende a patti e andrà a processo. 

Secondo un rapporto dell’agenzia Reuters, una fonte anonima da parte di Apple ha affermato che “Non c’è assolutamente alcuna discussione significativa tra Apple e Qualcomm e nessun accordo in vista”. Apple si prepara, dunque, al processo e non scende a patti con Qualcomm. Il caso è destinato, dunque, ad andare a processo all’inizio del 2019, fatto salvo un accordo che potrebbe comunque arrivare tra le due società hi-tech.
Chip Qualcomm

Ricordiamo che questa era la speranza del CEO di Qualcomm, Steve Mollenkopf: nel corso della riunione degli azionisti a luglio, il dirigente aveva dichiarato che la querelle con Apple avrebbe potuto essere risolta con un accordo fuori dai tribunali. «Speriamo che attraverso la combinazione di questi percorsi potremo arrivare a una risoluzione, siamo fiduciosi che sarà così», ha dichiarato nel luglio 2017. 

La disputa legale tra Apple e Qualcomm comprende diverse questioni, tra cui la controversia legata ai chip-modem: Qualcomm accusa Apple di aver condiviso segreti commerciali di Qualcomm con Intel, per contribuire al miglioramento dei chip-modem Intel, consentendo così ad Apple di passare ad utilizzare modem Intel e di non doversi più affidare a Qualcomm.
Su eBay sconti iPhone X, XS e XS Max: si parte da 849 euroQualcomm, infatti, è stato il fornitore esclusivo di modem wireless per iPhone fino ad iPhone 7 e iPhone 7 Plus, quando Apple ha aggiunto Intel come fornitore secondario. Probabilmente a causa proprio di questa disputa legale, Intel è diventato fornitore esclusivo di modem wireless con iPhone XS, iPhone XS Max e iPhone XR. Apple ha inoltre citato in giudizio Qualcomm accusandola di aver imposto alle imprese acquirenti prezzi elevati e fuori mercato per lo sfruttamento di tecnologie e brevetti, facendo leva sulla sua posizione monopolistica.

Insomma, la multinazionale di Cupertino non scende a patti: Apple non tratta con Qualcomm e non si muove dalla sua posizione, che prevede un risarcimento di un miliardo di dollari in sconti che Qualcomm avrebbe promesso, negandoli successivamente in segno di ritorsione vista la collaborazione di Apple con l’antitrust della Corea (che ha inflitto circa 853 milioni di dollari di multa a Qualcomm). Qualcomm, a sua volta, accusa Apple di avere un debito nei suoi confronti di sette miliardi. Non rimane che attendere il processo.