Epson, tecnologia per riciclare e produrre carta in ufficio

Presentato al CeBit di Hannover PaperLab, il primo sistema che produce carta nuova a partire da quella usata. L'obiettivo è rivoluzionare il riciclo in ufficio, convertendo i fogli già usati in carta stampabile grazie a un processo a secco.

Al CeBIT di Hannover Epson ha presentato in anteprima europea PaperLab, definito il primo sistema al mondo per creare carta pronta all’uso direttamente in ufficio. Il sistema è in grado di produrre migliaia di fogli di carta riciclata al giorno, con un processo a secco, a partire da fogli usati e triturati in modo sicuro.

Il sistema è ideale per le aziende che hanno bisogno sia che le informazioni riservate vengano distrutte in modo sicuro, sia di carta riciclata in modo sostenibile, efficiente e rispettoso dell’ambiente.

Il presidente di Epson, Minoru Usui, a dichiarato: “Sono molto orgoglioso di poter presentare PaperLab, il primo sistema al mondo per creare carta pronta all’uso direttamente in ufficio tramite un processo a secco. PaperLab può produrre migliaia di fogli di carta riciclata ogni giorno a partire da carta usata triturata in modo sicuro. Presentata in Giappone lo scorso anno, abbiamo programmato la vendita in Europa a partire dall’autunno 2018. Il nostro obiettivo è creare un nuovo ecosistema di stampa in ufficio, dove i clienti possono ottenere vantaggi dalle stampanti inkjet ad alta velocità utilizzando la carta riciclata prodotta da PaperLab. Questo sistema è ideale per le aziende che necessitano di distruggere in modo sicuro le informazioni riservate e di carta riciclata prodotta tramite un processo sostenibile. In futuro vedo un mondo in cui si stampa e si ricicla tutta la carta che si desidera. Un giorno spero che potremmo sviluppare PaperLab in tutte le dimensioni e vederla utilizzata in fabbrica, in ufficio e anche a casa”.

Le aziende potranno usare PaperLab per produrre carta di varie misure, spessore e tipologia, dalla carta per l’ufficio ai biglietti da visita e alla carta colorata. Come parte del suo impegno per la sostenibilità, l’azienda ha delineato la sua Environmental Vision 2050, ponendosi l’obiettivo di raggiungere una riduzione del 90% delle emissioni di CO2 nel ciclo di vita di tutti i suoi prodotti e servizi entro il 2050.