Galaxy Note 9 sarà un re, nome in codice Crown

In molti attendono notizie su Galaxy Note 9, soprattutto dopo che nelle settimane scorse è arrivata in rete la voce secondo cui Samsung potrebbe anticipare quest’anno, con un rilascio prima del previsto. In queste ore si apprende il nome in codice del terminale: Crown.

E’ il solito affidabile Evan Blass a rendere noto il nome in codice con il quale sarebbe indicato internamente il dispositivo. Il phablet di casa Samsung avrà dunque la sua corona da re, e già a luglio o agosto, potrebbe arrivare nelle mani degli utenti Galaxy Note 9 atteso con un display Super AMOLED da 6,4 pollici, con un rapporto di 18,5:9. Naturalmente, potrebbe essere equipaggiato con Snapdragon 845, o il chipset Exynos 9810, a seconda delle zone geografiche. A supporto, 6 GB di RAM interna con 128 GB di storage nativo, mentre la batteria potrebbe avere una capacità nominale di 4000mAh, utile anche per la funzione always on.

Sul retro dovrebbe trovare spazio la stessa configurazione multimediale presente su Galaxy S9+, quindi doppia camera 12MP + 12MP, stesso discorso per la parte frontale dove con ogni probabilità svetterà la stessa camera selfie da 8MP già impiegata su Galaxy S9+ ma non è escluso che ci possano essere altre sorprese.

In passato su Galaxy Note 9 se ne erano già dette di curiose. A inizio marzo, ad esempio, alcune anticipazioni hanno suggerito che nemmeno Note 9 riuscirà ad avere una tecnologia di sblocco incorporata nel display, come di recente invece è avvenuto sull’ultimo top di gamma Vivo, che sembra aver risolto tutti i possibili problemi legati a un sensore impronte incorporato al di sotto dello schermo.

Del resto, Samsung ha dichiarato di recente, con il lancio di Galaxy S9, di non essersela sentita di abbandonare il riconoscimento tramite impronte in favore dello sblocco facciale, perché considera il primo ancora il favorito per tutti gli utenti.