fbpx
Home Hi-Tech CES, IFA, MWC & EXPO GSMA: Palm Pre, le prime impressioni da vivo

GSMA: Palm Pre, le prime impressioni da vivo

In un elegante e imponente stand esterno ai padiglioni del GSMA, Palm presenta al mondo delle telecomunicazioni europeo il discusso e anticipato Palm Pre. Macitynet ha fatto un giro di prova per capire differenze e similitudini con i tascabili multi-touch della Mela ricavandone ottime impressioni.

Innanzitutto Palm Pre è veloce e dotato di una interfaccia estremamente elegante. Lo smartphone è compatto, decisamente ben costruito: chi scrive è rimasto affascinato dal design ricercato e dalle dimensioni compatte che lo rendono perfettamente impugnabile.

Quel che colpisce di più del nuovo Pre è l’interfaccia utente e il nuovo sistema operativo webOS. Per controllare il Pre è possibile utilizzare lo schermo sensibile al tocco e anche la tastiera a scomparsa. In qualsiasi punto della schermata principale è sufficiente incominciare a digitare le lettere di un nome o di un argomento che ci interessa e subito il sistema cerca per l’utente le informazioni disponibili a cominciare da quelle presenti sullo smartphone, per esempio un contatto o un documento, e proponendo poi le alternative più comuni per cercare informazioni sul Web, come Google, Wikipedia e così via.

Una particolarità  unica del Pre è l’estensione sensibile al tocco dello schermo. In pratica la superficie nera proprio sotto allo schermo può essere utilizzata per le gesteture più comuni, pur essendo esterna allo schermo stesso. Per esempio è sufficiente scorrere piano il dito dal basso della cornice fino a un punto qualsiasi dello schermo per far comparire una sorta di Dock. Quest’ultima può essere navigata semplicemente spostando il dito a destra e sinistra: per lanciare un programma è sufficiente rilasciare il dito in corrispondenza dell’applicativo desiderato.

Durante la navigazione sul Web Palm Pre accetta le gesture che il mondo ha scoperto con iPhone e touch ma a queste aggiunge lo Smart Zoom. Con un doppio clic del dito sull’area della pagina desiderata il Pre ingrandisce automaticamente al miglior livello di ingrandimento il dettaglio o la sezione desiderata, facilitando e velocizzandone la lettura. Con un altro doppio clic del dito il Pre porta la pagina all’ingrandimento successivo. Un’altra feature interessante è l’anteprima automatica dei preferiti. Quando l’utente aggiunge un segnalibro nell’elenco dei siti web preferiti, il Pre scatta una immagine della prima pagina: tutte le anteprime dei siti preferiti compaiono quando l’utente accede ai Bookmark. Elegante e allo stesso tempo funzionale.

Il Palm Pre supera anche l’esame del multimedia, forse il comparto dove iPhone e touch meno temono la concorrenza. La riproduzione musicale è gestibile in qualsiasi punto l’utente si trovi nell’interfaccia o degli applicativi, mentre la riproduzione video offre filmati fluidi e di qualità  elevata.

Sono ancora numerosi i dettagli che potremmo descrivere del Pre che ci hanno positivamente colpito: è impossibile descriverli tutti nei minimi dettagli. Per una visione diretta dell’interfaccia del Pre e di webOS rimandiamo alla nostra galleria fotografica. Tra le varie alternative più o meno recenti e anche più o meno ispirate ad iPhone, fino a oggi Palm Pre risulta senza dubbio uno dei dispositivi meglio riusciti. Siamo certi che Palm riuscirà  a vendere diverse unità  del Pre e non vediamo l’ora di poterlo provare direttamente anche in Italia.

Per la galleria fotografica con alcune immagini del Palm Pre fare click qui.

Offerte Speciali

MacBook Air 512 GB in forte sconto a 1319 euro; modello da 256 GB a 1049 €

MacBook Air 512 GB al minimo: solo 1289,90 euro

Su Amazon comprate ancora il nuovo MacBook Air da 512 GB al prezzo più basso di sempre: 1289,99 euro invece che 1529.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,792FansMi piace
93,849FollowerSegui