Il display di iPad e iPhone potrebbe diventare deformabile e funzionare come tastiera a rilievo

Apple pensa a un display deformabile per potenziare la riposta tattile di iPhone e iPad con tastiere virtuali sempre più realistiche. Ecco il brevetto che le descrive.

In futuro più tasti per la tastiera iPad e iPhone

In futuro, iPhone o iPad potrebbe offrire un’esperienza ancor più “tattile” quando si utilizza la tastiera software a schermo, aggiungendo sezioni in alto e in basso per per indicare all’utente dove si trovano alcuni tasti o altri elementi, senza dover guardare direttamente. Ecco cosa potrebbe avere in mente Apple.

Mentre gli input tattili continuano ad essere il metodo preferito dalla maggior parte dei produttori, grazie alla possibilità di offrire una interfaccia versatile e multiforme, quando si tratta di digitazione il metodo tattile non sembra essere altrettanto sviluppato. Sebbene sia possibile abituarsi e usare in modo efficiente una tastiera software su un display touchscreen, non offrirà mai la stessa esperienza, comodità a precisione di una tastiera fisica.

Per cercare di colmare il gap tra le due soluzioni, in un brevetto concesso ad Apple dallo US Patent and Trademark Office lo scorso martedì, la società descrive “dispositivi elettronici con display deformabili” nel tentativo di facilitare la digitazione.

In futuro più tasti per la tastiera iPad e iPhone

Utilizzando uno schermo OLED o LCD flessibile, il pannello potrebbe includere strutture polimeriche elettroattive e attuatori elettromagnetici, che possono modificare le proprietà del display in base a quanto necessario. Ad esempio, il display potrebbe proporre sporgenze e rientranze per mostrare la posizione dei tasti, nonché aree selettivamente irrigidite e ammorbidite più o meno resistenti alla pressione dell’utente.

Lo schermo potrebbe anche essere deformato usando uno strato di perni mobili, mentre elettrodi potrebbero intervenire per comprimere elementi deformabili e creare aree concave, indicando all’utente dove si trova un tasto.

La nuova tecnologia potrebbe essere prodotta utilizzando display microLED, in cui gli attuatori spingono un substrato a rete su cui sono montati i microLED. In questo caso, invece di alterare lo strato relativamente trasparente del display, è l’intero schermo ad alterarsi, per fornire indicazioni visive all’utente e mostrare che alcune aree sono sollevate o abbassate.

Si tratta, come sempre di brevetti che non assicurano la reale disponibilità in futuro su prodotti commerciali. In ogni caso, Apple ha dedicato nel tempo grande attenzione alla comodità di digitazione, aprendo iOS a tastiere alternative. Chissà che in futuro la società possa davvero rivoluzionare la digitazione tramite tastiere software, offrendo la stessa precisione e comodità delle tastiere fisiche.