Il Woz è preoccupato perché Apple non ha un telefono pieghevole

Il cofondatore di Apple è preoccupato: Steve Wozniak teme che la società che ha fondato insieme a Steve Jobs stia perdendo il primato detenuto per anni nelle tecnologie chiave per smartphone

the next big thing apple
<> on February 1, 2010 in San Francisco, California.

Per diversi anni Apple è stata all’avanguardia in diverse tecnologie nel settore smartphone, tra cui il riconoscimento biometrico, ma ora Steve Wozniak è preoccupato perché Cupertino non ha un telefono pieghevole.

Le osservazioni del cofondatore di Apple e socio storico di Steve Jobs arrivano con tempismo perfetto, mentre i principali concorrenti della multinazionale che lui ha contribuito a creare, hanno svelato i loro primi terminali pieghevoli: Samsung pochi giorni prima dell’inizio del Mobile World Congress, poi Huawei e anche Oppo durante la fiera più importante al mondo per le tecnologie cellulari e dispositivi mobile.

«Apple è stata un leader per un bel po’ di tempo in alcune aree come Touch ID, riconoscimento facciale e pagamenti facili con il telefono» ha dichiarato il mitico Wozniak in una intervista, non facendo segreto della sua preoccupazione «Non sono leader in aree come il telefono pieghevole, e questo mi preoccupa perché voglio davvero un telefono pieghevole».MWC 2019, arriva il pieghevole Huawei Mate X e iPhone XS diventa lo smartphone dei poveri

I modi di fare affabili, alla mano e soprattutto le dichiarazioni spesso fuori dalle righe del Woz hanno portato molti a considerarlo ormai da anni un eccentrico pensionato multi miliardario, ma va comunque riconosciuto che praticamente sempre pensieri e osservazioni di Wozniak centrano sviluppi, tendenze e prodotti nel settore della tecnologia consumer e non solo.

In ogni caso più che una preoccupazione reale sulle fortune di Cupertino negli smartphone, le dichiarazioni di Wozniak esternano un desiderio condiviso da una moltitudine di appassionati Apple, vale a dire un iPhone pieghevole.
Nonostante il recente calo nelle vendite di iPhone Wozniak, che rimane un azionista della multinazionale, apprezza le strategie messe in atto dalla società per continuare a crescere, come risulta nelle dichiarazioni rilasciate da Bloomberg.

«Hanno avuto così tanto successo su iPhone e questa è stata la loro intera attività per molto tempo. Ora si stanno espandendo, così molte delle loro iniziative sono molto buone». Una dichiarazione che punta all’espansione in corso e ancora più consistente in arrivo nel campo degli indossabili, dei servizi e altro ancora.

Galaxy Fold potrebbe essere il peggior nemico di Apple
Anche se Samsung, Huawei e altri si stanno lanciato nei telefoni pieghevoli, prezzi e tecnologia non sembrano ancora maturi per il mercato consumer su larga scala. Questo tipo di terminali deve ancora dimostrare usabilità e funzioni offerte sul campo.

Nel frattempo è noto da anni che anche Apple sta lavorando su un iPhone pieghevole, come dimostrano numerosi brevetti depositati: occorre però attendere per scoprire se davvero si materializzerà un iPhone pieghevole o se invece Cupertino sceglierà una strada completamente diversa per innovare ancora in questo settore.