fbpx
Home Macity Eventi Le novità Apple attese il 10 novembre: Apple Silicon, Big Sur e...

Le novità Apple attese il 10 novembre: Apple Silicon, Big Sur e non solo

Non ci sono dubbi: nell’evento Apple di martedì 10 novembre i protagonisti saranno senza dubbio i primi portatili Mac con processori Apple Silicon e l’annuncio della data di rilascio del nuovo macOS Big Sur, ma è anche molto probabile che queste non saranno le uniche novità presentate.

Così insieme ai candidati potenziali più gettonati, tra cui un MacBook Pro 13”, MacBook Air e forse anche un altro portatile, forse vedranno finalmente la luce altre novità Apple attese da mesi e in alcuni casi anche da ben oltre un anno, tra cui le prime cuffie a marchio Apple indicate con il nome di AirPods Studio, gli accessori trova tutto AirTag e, in ordine decrescente di probabilità, una nuova Apple TV abbinata a un nuovo telecomando Siri Remote.

Transizione da CPU Intel a CPU Apple: “Saranno i Mac che avete sempre amato ma più potenti”.

Le star dell’evento Apple 10 novembre: Apple Silicon e Big Sur

La previsione è facile perché la stessa Apple durante la WWDC 2020 di giugno ha anticipato che i primi computer Apple Silicon sarebbero arrivati entro la fine dell’anno e che macOS Big Sur sarebbe stato rilasciato in autunno.

Naturalmente i dirigenti della società non hanno anticipato quali macchine, ma qui entrano in gioco le previsioni di analisti e anche le anticipazioni di diversi leaker affidabili. Ming Chi Kuo, ma anche Bloomberg e il leaker L0vetodream indicano che sono in arrivo un MacBook Pro 13” e anche un MacBook Air 13 pollici entrambi con processori Apple Silicon. Trattandosi di previsioni e anticipazioni occorre sempre considerare una possibilità di errore ma, considerando che si tratta di tre fonti diverse e tutte ritenute attendibili, il calcolo delle probabilità per questi due portatili è molto alto, se non quasi certo.
Intel sostiene Apple nella transizione ai processori ARMNon è invece chiaro se Apple presenterà anche un nuovo MacBook 12 Apple Silicon, reintroducendo a listino una macchina rimossa ormai già da tempo, così come rimane in dubbio l’arrivo di un MacBook Pro 16”. Quello che invece appare quasi certo è che per nessuno dei portatili fin qui indicati è previsto un rinnovo di design: tutti gli indizi emersi finora puntano infatti a macchine esteticamente identiche a quelle attuali, solo che all’interno i processori Intel fin qui impiegati verranno sostituiti da nuovi processori Apple Silicon.

Per un rinnovo del design e anche per i primi computer desktop Apple Silicon sembra dovremo attendere il 2021. Per quanto riguarda i processori sono attesi SoC con la stessa architettura di Apple A14 Bionic, già impiegato su iPhone 12 e iPad Air 2020, solo in versioni con più core di calcolo, più GPU e anche potenza e frequenza di funzionamento superiori, grazie ai limiti meno stringenti per assorbimento di energia e dissipazione del calore dei notebook rispetto a tablet e smartphone. Secondo Bloomberg arriverà un processore Apple A14 personalizzato fino a 12 core.

Safari pronto per HDR, estensioni universali in iOS 14 e macOS Big SurDurante l’evento Apple 10 novembre Apple annuncerà finalmente anche la data di rilascio per tutti di macOS Big Sur. L’ultimo sistema operativo Apple è l’unica di tutte le novità annunciate alla WWDC 2020 non ancora rilasciata. Nel keynote Apple entrerà nei dettagli delle novità del sistema operativo per i nuovi Mac Apple Silicon, inclusa la possibilità per queste macchine di far funzionare tutti i software e le app disponibili per iPhone e iPad.

 

Oltre Apple Silicon e Big Sur….

Sono numerosi gli appassionati Apple che attendono le prime cuffie del marchio di fascia alta, ma è anche probabile che le cosiddette AirPods Studio non vengano presentate nell’ultimo keynote Apple di quest’anno. Negli scorsi mesi l’introduzione era attesa entro quest’anno ma sembra che per problemi di produzione i lavori siano in ritardo, oltre che rimosse alcune novità e caratteristiche distintive. Secondo Jon Prosser verranno rinviate al 2021.

La prima foto di AirPods Studio trapela in rete

Decisamente più probabile invece l’introduzione di AirTags, gli accessori compatti da applicare a mazzi di chiavi, valige, borse e altri oggetti importanti per monitorarne la posizione e rintracciarli in caso di furto o smarrimento. Gli AirTags erano già attesi con gli iPhone 11 del 2019, e poi indicati in arrivo in praticamente ogni evento Apple successivo. Ma anche se indizi e dettagli sono continuati a trapelare nel codice e in rete, finora non si sono materializzati. Ormai anche il software e la piattaforma per il loro funzionamento sembrano completi così, salvo problemi all’ultimo minuto, dovrebbero essere annunciati nel keynote.

Infine circolano da tempo indizi anche di una nuova Apple TV abbinata a un nuovo telecomando Siri Remote. Per questo dispositivo è indicato un processore più recente e potente e anche un telecomando rintracciabile con l’app Find My, quindi con la stessa tecnologia e piattaforma di AirTags. In ogni caso non è chiaro se Cupertino intenda lanciarla entro quest’anno oppure nel 2021.Gli AirTags con design a bottone trapelano in rete

Un keynote registrato

La presentazione, come i precedenti eventi che si sono tenuti a metà settembre e a metà ottobre, consisterà in una registrazione video e non in una presentazione dal vivo. La pandemia ha costretto infatti Apple a cancellare i suoi classici appuntamenti con migliaia di invitati, sostituiti con presentazioni non dal vivo. La presentazione sarà diffusa e visibile da tutti in streaming sul canale Apple degli eventi, martedì 10 novembre a partire dalle ore 10 del mattino a Cupertino, le 19 di sera in Italia.

Come avviene da sempre Macitynet offrirà la trascrizione in diretta con la traduzione in italiano di tutte le novità che saranno svelate in Apple Park: l’appuntamento è dalle 18,30 di martedì 10 novembre a partire da questa pagina.

Offerte Speciali

Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,965FansMi piace
93,785FollowerSegui