fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Microsoft e Volvo insieme per i veicoli a guida autonoma

Microsoft e Volvo insieme per i veicoli a guida autonoma

Microsoft ha siglato un accordo con Volvo che consentirà alle due aziende di collaborare nel settore dei veicoli a guida autonoma, come riporta CNBC. Björn Annwall, senior vice president responsabile di marketing, vendite e servizi in Volvo ha dichiarato che “La tecnologia trasformerà i veicoli autonomi, la connettività e i meccanismi di acquisto delle auto” spiegando ancora che “i veicoli a guida autonoma sono al centro della strategia di Volvo e del futuro”.

Dettagli sugli accordi non sono stati resi noti. Ad ogni modo al Salone di Los Angeles, questa settimana la casa automobilistica svedese ha mostrato Concept 26, presentato come l’abitacolo dell’auto del futuro. Il numero “26” si riferisce ai minuti trascorsi in media quotidianamente nel classico tragitto che si fa in auto per andare da casa al lavoro, un tempo che nella visione del produttore potrebbe essere trascorso in modo creativo e rilassante. L’idea (al momento solo un “concept”) è fare in modo che il conducente possa delegare la guida a un sistema dedicato, attivare un meccanismo per ritrarre il volante, inclinare il sedile, attivando un display che mostra varie opzioni multimediali per guardare contenuti online o ascoltare musica.

Nuove idee anche per i meccanismi di vendita presso i concessionari. La collaborazione con Microsoft prevede l’uso del visore olografico Hololens in fase di acquisto del veicolo, un sistema che permetterà di visualizzare in uno showroom virtuale (uno spazio vuoto nel quale sono proiettati ologrammi) vari dettagli del veicolo. Una dimostrazione è stata fatta per la S90, con funzionalità che permettono di evidenziare a grandezza naturale particolari della carrozzeria, del motore, della trasmissione, particolari colori scelti dal cliente. Muovendo le dita e sfruttando particolari gesture è possibile interagire con il modello e accedere virtualmente ai vari componenti interni dell’auto.

Un modello proiettato sul tavolo permetterà di vedere dettagli sulle tecnologie di assistenza alla guida (l’azienda sta lavorando da anni a tecnologie radar e telecamera, per tenere sott’occhio il traffico, frenare e sterzare al bisogno automaticamente) o proiettare sul pavimento peculiarità sul funzionamento del sistema di frenaggio automatico e del sistema che avvisa della presenza di ghiaccio sulla strada o o del meccanismo che identifica il terreno sdrucciolevole e avvisa automaticamente altri conducenti delle cattive condizioni.

Hololens non richiede ovviamente collegamenti fisici e consente all’utente di muoversi liberamente nello showroom dove avviene la dimostrazione. Il visore di Microsoft, lo ricordiamo, sarà in vendita nel primo trimestre del 2016 (3000 dollari il prezzo previsto). Per lo stesso periodo, il particolare sistema di dimostrazione dovrebbe arrivare nelle concessionarie Volvo.

RIcordiamo che Volvo da tempo sta sperimentando veicoli automatici; alcune auto a guida semi autonoma sono già in circolazione sulle strade svedesi e il produttore ha dichiarato che entro il 2017 i primi clienti reali utilizzeranno 100 Volvo semi automatiche sulle strade pubbliche. Il progetto è realizzato grazie a una collaborazione tra Volvo Car Group, Ministero dei Trasporti svedese, Ente Trasporti svedese, Politecnico Lindholmen e Città di Göteborg.

103185063-Volvo_Microsoft_HoloLens.530x298

Offerte Speciali

MacBook Air 2019 vs MacBook Air 2020, specifiche a confronto

Minimo storico per MacBook Air M1 256 GB: 1037,00 €

Il portatile più ricercato della nuova ondata di Mac in offerta con uno sconto al 10% su Amazon. Tanta velocità per il nuovo MacBook Air M1
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,831FansMi piace
93,205FollowerSegui