Pixar tra arte e hi-tech: 30 anni di animazione in mostra a Roma

Trent’anni di cartoni animati Pixar in mostra a Roma

La mostra “Pixar. 30 anni di animazione” è stata inaugurata oggi a Palazzo delle Esposizioni a Roma. La magia di Pixar sarà esposta fino al 20 gennaio 2019.

30 anni di cartoni animati, di arte e tecnologia e di storie originali e personaggi indimenticabili sono in mostra a Roma, a Palazzo delle Esposizioni. La mostra “Pixar. 30 anni di animazione”, che si potrà visitare dal 9 ottobre 2018 al 20 gennaio 2019, è un vero e proprio viaggio attraverso gli Studios plasmati da Steve Jobs, che ne era proprietario, e nell’universo creativo di un’azienda che è un’istituzione nel mondo del cinema.  Questo viaggio nella storia di Pixar passa attraverso bozzetti, disegni, sculture, collage, storyboard e tantissimi video (oltre 400 opere in tutto) attraverso i quali oltre ai dati da manuale, emergono le emozioni, il coraggio e l’abilità nel combinare arte e tecnologia e nell’utilizzo creativo e innovativo degli strumenti digitali. 

La mostra arriva, in realtà, due anni dopo il trentesimo anniversario, festeggiato nel 2016 da Pixar (i dettagli nell’articolo Trent’anni fa nasceva Pixar, la terza creatura di Steve Jobs): Pixar nasceva, infatti, nel febbraio del 1986, quando la divisione della Lucasfilm di George Lucas veniva acquistava da Steve Jobs per 10 milioni di dollari, rendendola indipendente e rinominandola Pixar Animation Studios. 

Trent’anni di cartoni animati Pixar in mostra a Roma

Gli appassionati di cinema d’animazione potranno rivedere i materiali da cui sono nati capolavori come Toy Story, il primo film completamente “animato” al computer, “Coco”, “Monster & Co.”, “Alla ricerca di Nemo”, “Cars” e “Inside Out, solo per citare alcuni dei film che hanno saputo e sanno coinvolgere generazioni intere. 

La storia della Pixar è stata scritta grazie al lavoro di una squadra di creativi e registi di fama mondiale che utilizza i tradizionali strumenti come il disegno, i colori a tempera, i pastelli e la scultura insieme a quelli dei digital media più all’avanguardia e la mostra, curata da Elyse Klaidman e da Maria Grazia Mattei per l’edizione italiana, vuole proprio mettere in evidenza questo aspetto della storia dell’azienda.

Il percorso espositivo, progettato da Fabio Fornasari, propone una chiave di lettura basata sui concetti di Personaggio, Storia e Mondo, tre elementi fondamentali per realizzare un grande film. Il tutto arricchito da due installazioni spettacolari, l’Artscape e lo Zootropio, che con la tecnologia digitale fanno rivivere le opere esposte e ricreano l’emozione e la magia dell’animazione. Lo Zootropio in particolare, il Toy Story Zoetrope, è formato da un ciclo di 18 inquadrature, ognuna rappresentata da una figurina tridimensionale di uno dei personaggi di Toy Story e le figure, montate in punti precisi di un disco, ruotano alla velocità di un giro al secondo, e con l’uso di una luce stroboscopica creano un effetto di movimento apparente. 

Trent’anni di cartoni animati Pixar in mostra a Roma

Per conoscere altri dettagli sulla storia di Pixar, e su Jobs e la Pixar vi rimandiamo a questo articolo nel quale Robert A. Iger, presidente e amministratore delegato di Disney, ricorda i suoi rapporti con il defunto co-fondatore della casa di Cupertino, e ad un approfondimento con interessanti considerazioni sulla figura di Jobs da parte di Ed Catmull, il presidente di Pixar Animation Studios. Macitynet ha visitato la sede della Pixar nel 2009 (qui il nostro completo resoconto fotografico con l’intervista a Guido Quaroni).

La mostra “Pixar. 30 anni di animazione” si potrà visitare dal 9 ottobre 2018 al 20 gennaio 2019 a Palazzo delle esposizioni a Roma. Il biglietto intero si può acquistare a 12,50 euro (ridotto 10 euro, per ragazzi dai 7 ai 18 anni 6 euro, gratuito per i bambini fino ai 6 anni), con agevolazioni per i gruppi e le famiglie (tutte le informazioni sulla mostra si possono trovare sul sito di Palazzo delle esposizioni nella sezione dedicata agli orari e ai biglietti).