OS X 10.11, identikit del nuovo sistema operativo Mac in arrivo lunedì alla WWDC15

L'identikit del nuovo OS X 10.11 promette scintille: tanti miglioramenti sotto il cofano e nuove tecnologie tra cui Rootless, Trusted Wi-Fi, iCloud Drive, Control Center, Swift 2.0 e altre ancora che promettono di mantenere OS X il migliore sistema operativo in circolazione.

Cambiare il nome utente o della cartella Inizio su OS X

Un po’ di giorni addietro abbiamo indicato in un nostro articolo alcune delle novità che vorremmo vedere sul futuro OS X 10.11, nuovo sistema operativo che Apple dovrebbe presentare lunedì in anteprima alla WWDC; molto probabilmente nessuno dei nostri desideri sarà esaudito e saranno altre le novità e le funzionalità che Apple presenterà. Non abbiamo la sfera di cristallo ed è difficile azzardare previsioni ma proviamo a immaginare cosa Apple potrebbe avere in serbo secondo i vari rumor circolati nelle settimane passate.

Principali novità sotto il cofano
Circolano da qualche tempo voci secondo le quali Apple, similarmente a quanto accaduto in passato da passaggio a OS X 10.5 a OS X 10.6, potrebbe presentare una versione “raffinata” di OS X con miglioramenti e nuove tecnologie “sotto il cofano” che permetteranno di perfezionare il sistema attuale, incrementando le performance e aumentando la sicurezza, rimanendo compatibile con le odierne applicazioni.

Ancora più sicurezza
Apple starebbe da tempo lavorando per migliorare ancora la sicurezza di OS X, prevedendo per il nuovo OS X 10.11 un meccanismo denominato “Rootless”, app che tengono conto di funzionalità di cifratura per iCloud Drive e una funzionalità denominata “Trusted Wi-Fi”. Il rootless è una funzionalità di sicurezza a livello kernel che permetterebbe di impedire l’esecuzione di malware, incrementare la sicurezza delle estensioni di sistema e preservare l’integrità di dati sensibili. Persino gli utenti con accesso a livello di amministratore non potranno effettuare alcune modifiche a determinati file (es. file riservati al s.o.). Non è un’idea del tutto nuova e già altri sistemi integrano funzionalità di protezione simili che impediscono la sostituzione di file di sistema critici da parte dei programmi impedendo il sorgere di problemi.

iCloud Drive
Apple è al lavoro sul back end di iCloud Drive integrando migliori funzionalità di cifratura end-to-end e sincronizzazione più veloce rispetto ai tradizionali server IMAP. Si parla di un’app dedicata alla gestione dei file su iCloud Drive ma al momento questa sarebbe stata sviluppata per uso interno. A lancio di un’app come Note, il sistema chiederà se si desidera spostare il contenuto dal server IMAP verso iCloud Drive, facilitando la transizione per gli utenti verso il nuovo sistema.