Qualcomm ha pagato campagne di stampa contro Apple?

Secondo alcune fonti giornalistiche USA, Qualcomm avrebbe provato a screditare Apple con campagne giornalistiche negative. Per farlo avrebbe ingaggiato la stessa società impiegata da Facebook per prendere di mira sia Apple che Google

Qualcomm

Qualcomm potrebbe avere utilizzato Definers Public Affairs contro Apple. Il fatto che l’azienda di PR specializzata nel creare campagne, positive o negative, per accreditare o screditare politici e aziende,  ha lavorato nel contesto di una battaglia che oppone Cupertino al più importante produttore di chip modem al mondo emerge da alcuni riferimenti fatti al proposito da Tim Miller, uno dei dirigenti di Definers Public Affairs.

Secondo quanto si apprende da Time nel contesto della inchiesta svolta a margine delle politiche perseguite da Facebook per riqualificarsi, screditando alcuni avversari, tra cui anche Apple. In base a quanto ha riferito il New York Times nel contesto della ricerca, Facebook non sarebbe stata la sola azienda a reclutare Definers Public Affairs, come invece si riteneva fino a ieri ma ci sarebbe una «terza azienda in gioco».

Qualcomm accusa Apple: ha rubato segreti industriali per darli a IntelQuale sia questa azienda in gioco non è stato precisato, ma sembrano esserci pochi dubbi che sia Qualcomm con cui Apple ha una disputa legale molto importante che mette in ballo miliardi di dollari di royalties. Qualcomm avrebbe infatti provato in passato a contattare giornalisti di Businessinsider per raccogliere storie sulla battaglia tra Qualcomm ed Apple. Come segnala NBC Qualcomm, del resto, è un cliente di Definers e sul sito di NTK Network, un sito conservatore spesso ripreso da forum e siti di estrema destra, sono apparsi decine di articoli con critiche nei confronti di Google e Apple e anche qualcuno che parlava della battaglia di Qualcomm contro Cupertino.

Apple e Qualcomm, come accennato, sono da tempo ai ferri corti su questioni concernenti licenze, royalty, brevetti su tecnologie cellulari chiave, pratiche commerciali scorrette e altri aspetti controversi con azioni che vedono i legali delle due aziende impegnati in tribunali, con gli organismi di regolamentazione governativi che in varie parti del mondo si occupano della concorrenza.

Qualcomm

La vicenda da cui tutto deriva è nota. Apple e Qualcomm hanno in corso una causa da 1 miliardo di dollari basata sul fatto che Cupertino accusa il produttore di chip-modem di avere imposto prezzi irragionevolmente elevati e fuori mercato per sfruttare alcune tecnologie e brevetti, facendo leva sulla sua posizione monopolistica. Apple da una parte, sostengono i legali della Mela, pagava Qualcomm per le componenti e i brevetti, e a sua volta Qualcomm pretendeva gli stessi pagamenti dai partner che forniscono ad Apple componenti.