Home Hi-Tech Hardware e Periferiche Recensione Action Cam 4K Akaso Brave 7, l'arma accessibile per affrontare l'infinito...

Recensione Action Cam 4K Akaso Brave 7, l’arma accessibile per affrontare l’infinito (e oltre)

Ancora poco conosciuto da noi, il brand Akaso è riuscito in un solo decennio a ritagliarsi una posizione decisa nel mondo delle videocamere, con vendite sino a un milione di unità all’anno. Qui a Macitynet l’abbiamo incontrata nella recensione della intrigante Akaso KeyChain 4K vlog camera, della Akaso V50 Pro e della Dashcam V1 e oggi siamo tra i primi a proporvi la recensione di questa Akaso Brave 7, Action Cam full optional, giusto in tempo per l’estate.

Scatola full optional

Il primo punto Akaso Brave 7 lo segna dalla scatola, gradevole alla vista ma soprattutto full optional all’interno. Dentro la confezione infatti troviamo la fotocamera vera e propria, una cinghia, il cavo USB, il caricabatterie con due batterie, un telecomando wireless e una nutrita serie di ganci per collegare la piccola Action Camera praticamente a tutto.

Il numero e il tipo di accessori non deve essere sottovalutato, perchè nelle offerte comuni questi sono considerati a parte e il loro prezzo, da soli, può arrivare anche a qualche decina di Euro, che si aggiungono ovviamente al costo della videocamera, mentre qui è tutto incluso.

Recensione Akaso Brave 7, l’arma accessibile per affrontare l’infinito (e oltre)
Akaso Brave 7 e famiglia, una nutrita serie di accessori per usarla e collegarla a qualsiasi cosa, un bonus importante

La camera arriva in una custodia rigida che mostra anche un piccolo gancio per la cinghia, ma si può togliere facilmente, operazione necessaria per il cambio batteria.

La fotocamera nuda è rivestita lateralmente in gomma, con gli angolo arrotondati che stanno benissimo in tasca o in borsa, con due display, uno anteriore da 1,2″ e uno posteriore da 2″.

Sempre nella cintura laterale trovano posto il pulsante di accensione, l’alloggiamento (protetto) per la scheda MicroSD, l’alloggiamento per la batteria e due pulsanti laterali per il controllo dei menu.

La durata delle batterie è buona, dato che nella confezione c’è una batteria di riserva, dai test fatti probabilmente la somma delle due batterie basta per quella che è una normale giornata di riprese, tipicamente disordinata e con diverse pause: per chi è più avaro, il caricabatterie esterno USB-C si adatta a qualsiasi batteria portatile abbiamo nello zaino per ricaricare una batteria nel mentre che si usa l’altra.

Recensione Akaso Brave 7, l’arma accessibile per affrontare l’infinito (e oltre)Pronta per le profondità

Abbiamo provato la Akaso Brave 7 in diverse situazioni, soprattutto all’aria aperta in montagna: lo stabilizzatore funziona bene, non è il top del mercato ma comunque accompagna l’utente eliminando la maggior parte delle vibrazioni anche senza uno Stabilizzatore esterno, come si può vedere dalle riprese che abbiamo effettuato.

I due display sono comodi, specie per chi ama controllare da solo i dettagli della ripresa prima di effettuarla, ma dobbiamo dire che sotto il sole diretto soffrono un po’ la luminosità.

Recensione Akaso Brave 7, l’arma accessibile per affrontare l’infinito (e oltre)
Il vano per la batteria, dall’accesso facile

I menu della fotocamera e l’interfaccia in generale sono semplici, diretti e facili da imparare, anche se l’impatto visivo è migliorabile, così come il touch screen che alle volte da risultati non intuitivi.

Come d’altra parte il controllo vocale, presente ma che ha dato risultati assai discutibili, meglio optare un controllo più tradizionale.

Abbiamo invece apprezzato l’uso della Akaso Brave 7 con l’App a corredo per iOS e Android, che può aiutare molto negli automatismi e nel controllo da remoto, anche se per quello c’è comunque un comodissimo telecomando (incluso), che alle volte è più comodo dell’App perché non soffre delle interferenze tipiche di un segnale Wi-Fi.

Recensione Akaso Brave 7, l’arma accessibile per affrontare l’infinito (e oltre)
il pulsante di accensione, qui con la protezione attiva. la protezione è comunque facilmente rimovibile

Apprezzabile anche il fatto che la telecamera sia waterproof, con una certificazione che le permette di funzionare sino a 10 metri di profondità per 30 minuti continui anche senza protezione. Un fattore da non sottovalutare perché molte videocamere della stessa fascia di prezzo necessitano di una custodia aggiuntiva per lo stesso compito.

Una modalità sfiziosa è quella di usare la Akaso Brave 7 come Dashcam se usata in auto e collegata all’accendisigari: quando attivata la modalità di guida, quando si accende il motore, questa si avvia e inizia la ripresa. Magari come Dashcam tradizionale è pure troppo, ma se siamo in vacanza e vogliamo filmare una strada particolarmente tortuosa in Jeep, allora può fare al caso nostro.

Risultati e caratteristiche tecniche

Sulla carta, Akaso Brave 7 è capace di filmare video a 4K a 30 fps, 2K a 60 fps e FullHD a 90 fps, oltre che scattare foto fisse a sino a 20 MPixel. Il Burst arriva a 15 scatti al secondo a 12MP e i video in Time Lapse in vari step da 0.2 a 60 secondi.

Sostanzialmente, caratteristiche di tutto rispetto per un modello il cui costo sta sotto i 200 Dollari, anche se ci sono delle attenzioni da non sottovalutare.

Le riprese sono buone, anche se manca l’HDR e la possibilità di avere i filmati in RAW: gli aspetti più importanti che vogliamo segnalare solo come detto la stabilizzazione elettronica dell’immagine, la riduzione del rumore esterno e l’eliminazione della distorsione, fattori che pongono la videocamera su uno scalino sicuramente più alto di quanto il prezzo dia da pensare.

Non si può dare altrettanta enfasi invece per le foto: seppure sia possibile ottenere degli scatti fissi in Jpeg (meglio) o in RAW (non ci ha convinto) sino a 20 MP, il risultato in termini di bilanciamento delle luci è al di sotto delle aspettative. Uno smartphone di fascia alta, non difficile da trovare per chi usa questo tipo di Device, fa decisamente meglio.

Considerazioni

Se consideriamo la Akaso Brave 7 come una Action Camera piena di accessori, del tutto smart e impermeabile sino a 10 metri ad un costo di circa 160 Dollari, allora questo modello è davvero interessante, perché costa la metà del modello diretto concorrente e circa un terzo del modello più potente oggi nel mercato, un fattore prezzo/prestazioni assolutamente da non sottovalutare.

Dal punto di vista tecnico la Action Camera ha sicuramente dei compromessi, ma dipende anche dal punto di vista per la quale si intende fare l’investimento: un utente consumer o prosumer che necessita di un Device abbastanza potente, flessibile e versatile per fare delle riprese (o per farsele da solo) troverà nella Akaso Brave 7 un valido compagno di avventura, semplice da usare e potente quanto basta per produrre buon materiale (video) in qualsiasi situazione, dalla montagna al mare o al lago (o sotto il lago).

Diversamente, l’utente pro che vuole un modello che sia un compagno d’avventura per riprese o foto avanzate, forse deve valutare altro, spendendo però (molto) di più.

Pro:

• Ottimo rapporto prezzo/prestazioni
• Accessori compresi
• Doppio schermo
• Stabilizzatore interessante

Contro:

• Qualità foto RAW non all’altezza
• Interfaccia da rivedere
• Manca la gestione avanzata dei video in ottica pro

Prezzo:

• 159.99 Dollari (da sito ufficiale)

Akaso Brave 7 è disponibile esclusivamente nel negozio della casa madre al costo di 159.99 Dollari. Su Amazon è disponibile il modello Akaso Brave 7 LE allo stesso costo, ma con le spese di spedizione incluse.

REVIEW OVERVIEW

Design
Facilità d'uso
Prestazioni
Qualità/Prezzo

Offerte Speciali

Apple Watch 6 Cellular 44mm al minimo storico: solo 449 euro

Apple Watch 6 al prezzo del Prime Day: risparmiate fino al 16%

Apple Apple Watch 6 Cellular scende al prezzo più basso, pari a quello del Prime Day. Ribasso fino al 16%
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,767FansMi piace
90,959FollowerSegui