Recensione Aukey Bass Station, lo stereo per tutta la famiglia che si fa in due

Macitynet prova Aukey Bass Station, un sistema audio potente ed estremamente versatile: con subwoofer 10W e speaker Bluetooth removibile da 15W, pompa in salotto e si divide per portare un po’ di musica in qualsiasi stanza della casa

Aukey Bass Station

Di speaker Bluetooth ne abbiamo provati a decine ma nessuno eguaglia, per potenza e versatilità, il nuovo Aukey Bass Station che abbiamo ricevuto in redazione qualche settimana fa. Si tratta infatti di un potentissimo altoparlante che si compone di due parti: una classica cassa wireless da 15W che si aggancia ad un più grande subwoofer con bass reflex da 10W per amplificare le basse frequenze ed aumentare considerevolmente il volume generale della musica in riproduzione.

E’ la soluzione ideale per mettere musica in salotto o in giardino durante un party ed eventualmente spostare occasionalmente il solo speaker in altre stanze della casa per lanciare un po’ di musica di compagnia durante le faccende domestiche.

Aukey Bass Station

Com’è fatto

Lo speaker (15 x 15 x 10 centimetri) si appoggia semplicemente sopra il subwoofer (13 x 13 x 28 centimetri) facendo combaciare le aperture per i piedini: così facendo si andrà ad agganciare anche la piastra centrale con i contatti che permettono di ricaricare l’altoparlante sfruttando l’alimentazione del subwoofer sottostante. E’ realizzato interamente in policarbonato satinato di ottima fattura con una griglia in metallo che circonda completamente i quattro lati dello speaker, proteggendo i due driver da 7.5W ciascuno incassati ai lati della cassa.

Sul retro dell’altoparlante ci sono gli ingressi AUX per il collegamento di una fonte audio tramite cavo jack da 3.5mm e la presa microUSB per ricaricare eventualmente la batteria della sola cassa, sulla superficie superiore sono invece incassati i pulsanti (+), (-) e (O) per la gestione della riproduzione musicale, il tasto multifunzione (M) e un’ampia maniglia in gomma che ne facilita la presa e il trasporto all’interno della casa.

Il subwoofer è molto più grande ed è dotato di cavo con spina italiana per l’alimentazione. Sul retro ci sono anche l’interruttore ON/OFF e una spia di colore rosso che segnala l’accensione e lo spegnimento della cassa. Sul fondo trova posto il diffusore da 10W insieme a quattro spessi piedini in gomma, mentre sul retro c’è la porta del bass reflex.

Come funziona

Funziona come qualsiasi altro speaker Bluetooth: è necessario accendere lo speaker tenendo premuto il tasto (O) per due secondi attivando così la modalità di ricerca Bluetooth e cercare la periferica dal proprio smartphone o tablet nella lista dei dispositivi Bluetooth nelle vicinanze. Occhio a non collegare il cavo AUX sul retro perché in quel caso all’accensione lo speaker passerà in modalità cavo senza avviare la ricerca wireless.

Abbinato il proprio smartphone è sufficiente avviare la playlist preferita e godersi la musica. La cassa può restare anche sopra al subwoofer senza sfruttarlo: basta semplicemente non accendere l’interruttore posteriore ma in questo caso bisogna anche ricordarsi che in questo modo lo speaker funzionerà con la batteria, quindi sarà limitato nell’autonomia (circa 7 ore con una sola carica).

Accendendo anche il subwoofer il sistema trasferirà le basse frequenze sul subwoofer potenziando l’audio dell’intera riproduzione musicale in pochissimi millisecondi, avviando contemporaneamente anche la ricarica della batteria interna della cassa.

Un LED frontale di colore rosso indicherà proprio la ricarica di quest’ultima: il colore verde invece simboleggia il completamento della ricarica.

Si può anche lasciare acceso il subwoofer per spostare temporaneamente lo speaker in un’altra stanza. Il sistema infatti è pensato per disattivare e attivare il subwoofer alla rimozione ed al collegamento dell’altoparlante nell’apposito alloggiamento, permettendoci così di portare la musica in riproduzione in un’altra stanza senza dover scollegare i cavi: basta semplicemente tirarlo verso l’alto dalla maniglia.

Aukey Bass Station

Come va

Dove più stupisce questo stereo è nella potenza sonora. I 25W complessivi si notano tutti, soprattutto se si porta il volume della riproduzione al livello massimo. In questa condizione la potenza è esagerata per una camera di medie dimensioni (non si riesce proprio a parlare con un’altra persona presente nella stessa stanza) ed è abbastanza sopportabile se posizionato in un ampio salone, purché non ci si trovi immediatamente di fronte allo speaker.

La combinazione di cassa e subwoofer è tale da poter effettivamente sostituire anche un piccolo impianto hi-fi con il vantaggio del wireless e della portabilità della sola cassa, che da sola è capace di riempire adeguatamente anche una camera da letto.

Ciò che si nota agganciando e sganciando lo speaker dal subwoofer durante la riproduzione di un brano musicale non è solo il calo di volume e potenza, ma anche quello della resa sonora dei bassi. Come qualsiasi altro subwoofer infatti la cassa inferiore è progettata per riprodurre ad un livello superiore tutte le basse frequenze, con il risultato che senza di questo un brano come “Bass Can You Hear Me” perde totalmente l’effetto principale, ovvero quello di far vibrare i timpani ad ogni nota di basso.

Subwoofer a parte, la qualità audio della cassa è superiore a quella di moltissimi speaker di pari dimensioni, con un’ottima resa di tutto lo spettro sonoro: le alte frequenze risultano chiare e cristalline mentre i medi sono piuttosto riempitivi.

Abbiamo provato a spostare tutto il sistema in vari punti della casa e in base alle nostre prove possiamo dire che la posizione migliore di questo speaker è al centro di una stanza, possibilmente per terra. Il subwoofer infatti sfrutta la superficie su cui poggia per diffondere l’audio, che verrà trasmesso sia verso il basso che ai due lati superiori della cassa. Anche sopra una scrivania suona bene, purché sia sgombera e piuttosto ampia: su un piccolo tavolino la qualità è ottima ma si perde gran parte della potenza nella riproduzione delle basse frequenze.

Aukey Bass Station

Conclusioni

Chi sceglie Aukey Bass Station lo fa principalmente perché cerca un’unica soluzione per ascoltare la musica in casa da un comune speaker con l’ulteriore possibilità però di collegarlo al subwoofer per creare all’occorrenza un piccolo impianto hi-fi in salotto o in qualsiasi altra stanza della casa. Se non c’è quest’ultima necessità allora conviene risparmiare acquistando una classica cassa wireless, che non si discosterà molto dallo speaker di Aukey per qualità e potenza sonora.

Probabilmente se chi prova questo sistema non è un audiofilo e non ha elevate pretese per quanto riguarda la precisione audio potrebbe effettivamente decidere di ridurre al minimo indispensabile tutto il sistema musicale in casa eliminando stereo e piccoli speaker per optare per questa soluzione, potente e allo stesso tempo versatile.

Prezzo al pubblico

Aukey Bass Station è in vendita su Amazon per 79,99 euro. ma se in questi giorni inserite il codice KWK6Y8R6 potete risparmiare ben 30 euro sull’acquisto, pagandolo soltanto 49,99 euro spedizione inclusa.