Recensione Casio Pro Trek WSD-F20, l’enduro quasi perfetto

Con il Pro Trek WSD-F20 Casio fa sul serio: bel design e ottime funzioni, manca solo l’ultimo step

Pro Trek WSD-F20 è il modello più smart dell’intero listino Casio: l’intelligenza ben adattata di Android 2.0 e  diversi sensori a bordo ne fanno un modello adatto a chi ama la vita all’avventura, tenendo sempre tutto sotto controllo, senza paura di bagnarsi o di prendere qualche colpo di troppo.

Abbiamo provato il nuovo Casio durante le vacanze in Croazia, tra boschi, vette e mari di una delle splendide isole istriane, puntando la meta e lasciando che il WSD-F20 mostrasse i muscoli e i pregi di un vero computer da polso, con o senza uno smartwatch al seguito: il giudizio è buono, il modello è robusto, completo e ben dentro la filosofia Casio, anche se qualche limite c’è.

Pro Trek WSD-F20

WSD-F20 al polso

La prima volta che abbiamo indossato il WSD-F20 al polso lo abbiamo sentito nostro, al pari dei vari altri modelli Casio che abbiamo indossato in vita (chi non l’ha fatto?). Il look è deciso, accattivante, personale e ben disegnato per un polso inevitabilmente maschile dato il volume non indifferente della cassa.

Ben diverso dall’idea che Casio aveva degli smartwatch della serie Edifice, di cui abbiamo parlato qui, la linea Pro Trek è spiccatamente più sportiva e outdoor di Edifice tanto che i due modelli sono parenti solo nel nome.

Il pairing con uno smartwatch si fa tramite l’App Android Wear (disponibile per iPhone e Android, nel nostro caso l’abbiamo usato con un Moto Z2 Play, recensito qui): il sistema operativo è infatti quello di Google, in versione 2.0, nel nostro caso una volta aperta la confezione abbiamo provveduto ad un paio di diversi aggiornamenti, nulla che comunque modificasse sostanzialmente la natura del modello.

È realizzato in plastica morbida: Casio distribuisce una versione tutta nera, come quella testata da noi, e una seconda che sfoggia una più cassa colore arancio, meno minimalista.

Sul lato esterno della cassa sono presenti tre pulsanti, tutti sullo stesso lato: quello centrale apre alla lista delle App, come in tutti gli Android Wear, mentre quello superiore e inferiore aprono rispettivamente alle App specifiche di Casio (Altimetro, Barometro, Alba e tramonto, Bussola e Tracciamento delle attività) e alla Mappa (disponibile anche offline, se scaricata preventivamente).

Il display da 1.3″ con risoluzione di 320 x 300 pixel è ovviamente Touchscreen e, al di là della profonda personalizzazione effettuata da Casio, permette l’utilizzo di tutte le App presenti su Google Play Store per Android Wear (se avete uno smartphone Android, meno se usate un iPhone).

Le animazioni sono molto belle, sia nei diversi quadranti sia nelle App, dove sono più semplici ma sempre chiare e che rendono l’uso facile e sempre visibile. I quadranti sono diversi l’uno dall’altro e vertono su esperienze e utilizzi molto specifici: da quello standard che identifica costantemente la posizione a quello più semplice che mostra l’ora, passando per uno che focalizza sullo storico dell’altimetro all’altro in stile G-Shock finendo con quelli classici a lancette: l’impressione però è che la cura sui quadranti sia stata molto attenta e che Casio abbia capito che la strada per meglio identificare il prodotto nel mare degli Android Wear sia proprio focalizzare sui quadranti.

Le App sono utilissime: WSD-F20 non è un modello per i runners (non ci sono programmi specifici e manca il sensore per il battito cardiaco) ma è ottimo se vi piace camminare in montagna, andare in bicicletta (sportivamente su percorsi non proprio stradali), e pagate in lago o se andate a pescare in posti semi-sconosciuti.

La lista dei dati rilevati dal GPS e dagli altri sensori è molto dettagliata: la lista dei quadranti va passata in rassegna per trovare quello migliore in base alle attività, ma ogni dato è facilmente raggiungibile con due slide sullo schermo o un clic sul pulsante adatto.

Pro Trek WSD-F20
Si studia la mappa, la si scarica e poi si parte

La mappa presente Live è interessante, ed è possibile anche scaricarla offline (per lasciare lo smartphone a casa) tuttavia il livello di dettaglio potrebbe essere migliore.

Interessante l’uso della batteria: nei nostri test l’orologio arriva quasi a due giorni se usato normalmente, un giorno scarso quando attivate il GPS durante le attività, ma basta circa un’ora per una ricarica completa. Dai menu è anche attivabile una modalità “Orologio” che, in pratica, spegne Android Wear e attiva solo il display per l’ora come un G-Shock (per non lasciarvi del tutto soli se state per finire la batteria).

Migliorabile invece il connettore per la ricarica, che è non troppo potente e tende a staccarsi troppo facilmente.

Luci e ombre

In tutta onestà WSD-F20 è un orologio bello, molto bello se vi piace il look tipico degli orologi Casio e la presenza di Android Wear 2.0 apre ad una vastità di operazioni che anche i più evoluti modelli Casio non smart possono solo sognare.

Manca qui un sensore del battito cardiaco, ma è un “difetto” che è tale solo per alcuni, dato che noi vediamo il modello più come un accompagnatore per chi fa camminate, voga, pesca e altre attività ludiche e non un modello per uno sport professionale.

La potenza espressa dal processore interno è sufficiente per la maggior parte dei compiti, tuttavia qua e là abbiamo notato qualche rallentamento specie su salite verticali molto accentuate: va detto che i rallentamenti comunque erano solo d’interfaccia perché secondo le nostre stime la rilevazione è continuata senza problema.

Quello che manca, in particolare, è un sistema di Casio che recuperi tutti i dati dell’orologio e permetta agli utenti di consultarli in seguito: un portale cloud consultabile via web o da App che si stacchi da Google e che permetta agli utenti di rivivere il tracking GPS o altri dipi di dati dopo qualche tempo, come di verificare due o più sessioni contemporaneamente.

Una mancanza importante, che altri competitor hanno e che certifica in modo inequivocabile l’essenza smart del modello rispetto agli altri modelli sempre di Casio.

Pro Trek WSD-F20
L’App Android Wear

Al polso, ovunque

Casio WSD-F20 è un buon prodotto con Android Wear, una modello di punta che Casio necessitava di avere a listino e che farà felici quanti già usano un modello G-Shock e desiderano un passo in più. È forse un po’ impegnativo da portare tutti i giorni ma sicuramente adatto per ogni tipo di gita all’aperto non sportiva, dai boschi ai laghi.

Il passo che manca è tutto software e speriamo che Casio, nel tempo, non manchi di stupirci in questo ambito: nel caso saremo felici di riprendere in mano questo modello (o la sua evoluzione, chissà) e rivedere questo giudizio già buono di per se.

Casio WSD-F20 è disponibile nei negozi convenzionati al prezzo suggerito di 499,00 Euro, ma si trova anche online su Amazon.it

Design:
4.5 Stars (4,5 / 5)
Facilità-d’uso:
3.5 Stars (3,5 / 5)
Prestazioni:
3.5 Stars (3,5 / 5)
Qualità/Prezzo:
3.5 Stars (3,5 / 5)
Media:
3.8 Stars (3,8 / 5)

Pro:

  • Design robusto e croccante
  • Il supporto software è capace
  • Mappe anche offline

Contro:

  • Il processore soffre un po’ sotto sforzo
  • Manca un vero centro per i dati
  • Cavo ricarica da rivedere

Prezzo: 499,00 Euro